rotate-mobile
Sport

Palermo, cda ad alta tensione: si cerca un'intesa per il passaggio di quote

Spetterà ai legali avviare le valutazioni necessarie per giungere ad una cifra che possa mettere tutti d'accordo. Da capire invece le intenzioni di Di Piazza su un possibile coinvolgimento del nuovo centro sportivo che sorgerà a Torretta

Passaggio di quote, centro sportivo ed eventuali coinvolgimenti nei progetti imminenti del club rosanero. Si è discusso di questo e tanto altro ieri pomeriggio durante l’ennesimo consiglio d’amministrazione di Hera Hora. E’ a dirlo è proprio il Palermo attraverso un comunicato diramato sui canali ufficiali.

Di Piazza vende, la famiglia Mirri acquista. Una volontà anticipata più volte e confermata dallo stesso imprenditore palermitano durante l’ultimo cda. Una riunione in cui non si sono certamente placati gli stati d'animo, anzi. Lo zio D’America ha sostanzialmente confermato l’intenzione di non voler svendere il suo 40% di quote. Così i due soci in affari si affideranno ai propri legali per avviare le valutazioni del caso e trovare un punto d’incontro che possa rendere felici entrambi. “In seno all'assemblea dei soci di Hera Hora srl è – si legge nel comunicato- è stato approvato all'unanimità il bilancio 2019. Inoltre i soci hanno avuto modo di avviare il confronto sul futuro trasferimento delle quote della Italplaza (quote riferibili a Di Piazza), con confronto rimesso ai rispettivi legali". 

Tema del giorno è stato anche e soprattutto la realizzazione del nuovo centro sportivo. Che salvo clamorosi colpi di scena nascerà proprio a Torretta, a pochi chilometri da Palermo. L’idea iniziale è sempre stata quella di costruire il centro sportivo in città. Ma l’individuazione di un’area consona a questo progetto ha poi spinto Mirri e Sagramola ad allontanarsi da viale del Fante, fino ad arrivare, per l'appunto,  a Torretta.  "Le parti - si legge - si sono confrontate anche sulla realizzazione del centro sportivo. Di Piazza si è riservato di confermare, o no, il suo interesse a parteciparvi entro una settimana”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, cda ad alta tensione: si cerca un'intesa per il passaggio di quote

PalermoToday è in caricamento