menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Palermo gioca bene, s'illude e alla fine perde: il Catanzaro fa bottino pieno al Barbera

Gli uomini di Boscaglia falliscono l'appuntamento con la terza vittoria consecutiva. Verna apre le danze per i calabresi, poi Floriano pareggia. A 10' dal termine Martinelli beffa i rosanero, in precedenza più volte pericolosi in zona gol. Saraniti entra e si fa cacciare

Il Palermo tiene testa al Catanzaro per 80 minuti, accarezza l’idea di portare a casa i tre punti ma poi deve arrendersi al secondo blitz di giornata dei calabresi: Martinelli replica a Verna, inutile la "perla" di Floriano messa a segno nel primo tempo. Catanzaro vittorioso al Barbera 2-1. Non sarà arrivata la terza vittoria consecutiva, così come il quarto risultato utile, ma la prestazione positiva sfoggiata quest’oggi non può e non deve cancellare di quanto di buono visto nelle ultime settimane.

Da rivedere il piazzamento dei rosanero al momento del momentaneo vantaggio degli uomini di Calabro, così come in occasione della rete decisiva di Martinelli. Lucca non segna e questa è sicuramente la notizia del giorno, ma il giovane bomber dei rosanero non comunque ha deluso le aspettative, sfiorando più volte la rete con la specialità della casa: il colpo di testa. Bene Floriano, così come Santana, deludono invece sia Kanoutè che Saraniti. Follia dell’attaccante palermitano che lascia in dieci i suoi compagni di squadra qualche minuto dopo essere entrato in campo. Testa alla viterbese adesso, prossimo ostacolo dei rosanero prima del derby contro il Catania. 

Verna apre le danze, poi Floriano ristabilisce la parità. Primo tempo giocato a ritmi altissimi da entrambe le squadre, dove a rendersi protagonisti sono soprattutto le tre novità di giornata: Marconi, Santana e Floriano. Il capitano dei rosanero torna fra i titolari dopo il forfait di martedì scorso per un leggero fastidio alla schiena, così come Marconi, reduce invece da un lungo infortunio. Gli uomini di Boscaglia partono forte, la trama offensiva sembra la stessa vista settimana scorsa al Barbera: pennellate di Santana (impiegato ancora una volta mezzala) per la testa del giovane Lucca. Sono tutti suoi i primi due squilli di questa giornata. A Lucca risponde Carlini, con una violentissima conclusione disinnescata da Pelagotti. La sensazione però è che la squadra di Calabro sia entrata in campo con il giusta determinazione, mettendo in difficoltà i rosanero sia sulle fasce che per vie centrali. E infatti il vantaggio dei calabresi arriva proprio per vie centrali con l’imbucata vincente di Verna, schierato a sorpresa da Calabro al posto di Risolo. La risposta dei rosanero però non si fa attendere: destro chirurgico di Floriano, una perla a giro che non lascia scampo a Di Gennaro. Per l’ex centravanti del Bari si tratta del secondo gol stagionale. 

Tutto sommato è stato un buon primo tempo quello giocato dai rosanero. Il Palermo crea e dimostra di stare sul pezzo, ma deve arrendersi al colpo di testa vincente di Martinelli a 10’ dal triplice fischio. E' un botta e risposta continuo al Barbera: ribaltamento di fronte da una parte e dall’altra. La prima vera occasione della seconda frazione di gioco nasce dai piedi di Santana, con una conclusione tanto potente ma poco angolata. Bene l’ex portiere scuola Inter Di Gennaro. I primi cambi di giornata arrivano al 62’: dentro Almici e Palazzi fuori Crivello e Floriano. L’ingresso in campo dell’ex terzino del Verona è sicuramente una buona notizia per il Palermo, che recupera finalmente uno degli uomini più esperti all’interno dello spogliatoio. Il Palermo chiude a trazione anteriore con gli ingressi in campo di Silipo e Rauti. Delude ancora una volta l’ex di giornata Kanoutè. Ma è proprio quando il Palermo cerca con maggiore insistenza il gol del vantaggio che emerge il Catanzaro: secondo blitz di giornata con il colpo di testa vincente di Martinelli al 80’ sugli sviluppi di un calcio di punizione. Il Palermo non molla e nelle ultime battute del match sfiora il pari Saraniti con un colpo di testa neutralizzato ancora una volta da un attento Di Gennaro. Proprio il centravanti palermitano però si renderà protagonista in negativo beccandosi un rosso qualche minuto dopo il suo ingresso in campo. Al triplice fischio dell'arbitro è festa Catanzaro. 

Il tabellino di Palermo-Catanzaro 1-2

PALERMO:  Pelagotti; Accardi, Somma, Marconi, Crivello (61’ Almici); Luperini, De Rose (81’ Saraniti), Santana (68’ Rauti); Kanoute (68’ Silipo), Lucca, Floriano (61’ Palazzi). Allenatore: Boscaglia.

CATANZARO: Di Gennaro; Fazio, Martinelli, Riccardi; Garufo, Corapi, Verna, Porcino, Carlini (89’ Grillo); Curiale, Di Massimo. Allenatore: Calabro.

ARBITRO: Alessandro Di Graci (Como); assistenti: Davide Meocci (Siena) e Andrea Micaroni (Chieti). 

MARCATORI: 26' Verna, 31' Floriano, 80' Martinelli  

NOTE - Ammoniti: 25' Floriano, 83' Carlini, 83’ Saraniti. Al 90' espulso Saraniti 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento