Sport

Il solito Miccoli e il redivivo Ilicic, Catania schiantato dai rosanero

Il capitano sblocca il risultato nel primo tempo con una magia. Lo sloveno in apertura di ripresa si scatena e mette a segno una doppietta. Poi arriva l'inutile gol di Lodi su punizione per gli etnei

Miccoli sommerso dai compagni dopo il vantaggio @TM-News infophoto

Il Catania non è esattamente il Barcellona come aveva ironizzato Lo Monaco. Ma è un ottimo Palermo quello che si aggiudica il derby e respira a pieni polmoni con tre punti  (raggiunta quota 14) che lo allontanano dalla zona calda. E’ un segnale forte quello che arriva dai rosa dopo il tonfo di Bologna. Donati protagonista negativo al Dall’Ara è tra i migliori, ma a mettere la firma sulla vittoria sono Miccoli (e non è una novità) e il redivivo Ilicic.

LE PAGELLE

PALERMO SPRINT. Viola rimane in panchina, Gasperini si affida a Rios per sostituire Barreto e lascia lo stesso undici di Bologna, a parte Benussi in porta al posto dello squalificato Ujkani. Il Palermo è subito aggressivo con Donati che come al solito viene dieci metri avanti per impostare l’azione. Lo fa al 10’ quando imbecca Morganella, lo svizzero pesca Miccoli in area, il capitano si gira e la mette all’incrocio. Gol numero 100 in serie A nel derby. Difficilmente lo dimenticherà. Il vantaggio non ferma i rosanero che spinti da una curva finalmente piena sono vivaci e pericolosi. Dei due trequartisti Brienza (alla duecentesima presenza nella massima serie) è come sempre il più attivo. E’ lui a sfiorare il raddoppio, ubriacando Spolli e costringendo Andujar alla super parata, anche se il portiere etneo viene assistito dalla traversa. Anche le fasce funzionano: Morganella in fase offensiva fa soffrire Marchese e quando il Catania attacca cerca di pressare sempre Almiron, Garcia è meno timido del solito. E se non bastasse anche Benussi ci mette del suo, respingendo gli unici attacchi rossazzurri che arrivano da calci piazzati di Almiron e Lodi.

RIECCO ILICICLONE. In una serata perfetta capita anche che si ritrovi uno dei giocatori più discussi. Josip Ilicic si libera da un incubo in apertura di secondo tempo, segnando il 2-0 di destro dal limite dell’area su assist di Miccoli. Lo sloveno non segnava al Barbera da un anno esatto (contro la Fiorentina il 27 novembre 2011). Poi esagera e sigla il 3-0 dopo una specie di coast to coast dal passo sudamericano. Il Palermo rimane corto, non si scompone. La reazione d'orgoglio del Catania però porta alla splendida pennellata di Lodi su punizione. Benussi è incolpevole. Rimane solo il gol della bandiera. Il Palermo conquista la terza vittoria del campionato. Un toccasana in vista della trasferta di domenica a San Siro contro l'Inter.

E chissà che le squalifiche in realtà non abbiano risolto un paio di problemi a Gasperini. La coppia Rios-Kurtic ha vinto il duello con i temuti Lodi e Almiron. Ma è soprattutto Benussi ad aver convinto, donando una tranquillità mai vista ai tre dietro.

TABELLINO

PALERMO-CATANIA 3-1

RETI 10’ Miccoli, 4’ st e 15’ st Ilicic, 25' st Lodi

PALERMO: Benussi; Munoz, Donati, Von Bergen (30' st Pisano); Morganella, Arevalo Rios, Kurtic, Garcia; Ilicic, Brienza (41' st Viola); Miccoli (21' st Dybala). A disposizione: Brichetto, Cetto, Fulignati, Milanovic, Zahavi, Giorgi, Budan. Allenatore: Gian Piero Gasperini.

CATANIA: Andujar; Alvarez, Legrottaglie, Spolli (41' st Capuano), Marchese; Izco (44’ Castro), Lodi, Almiron; Barrientos, Morimoto (19’ st Doukara), Gomez. A disposizione: Frison, Rolin, Bellusci, Paglialunga, Augustyn, Ricchiuti, Terraciano, Salifu. Allenatore: Rolando Maran.

ARBITRO: Andrea Romeo (Verona).

AMMONITI: Munoz, Donati, Spolli, Almiron, Miccoli, Gomez.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il solito Miccoli e il redivivo Ilicic, Catania schiantato dai rosanero

PalermoToday è in caricamento