Palermo con un piede in C? Sibilia: "Ritorno in campo impossibile, presto un verdetto"

Il presidente della Lnd annuncia un responso a breve termine sui campionati. La società di viale del Fante spera: ma sarà C1 o C2? Qualunque decisione venga presa, per il club rosa si prospetta un'estate rovente. "In tanti sono pronti ad adire le vie legali"

Cosimo Sibilia, presidente della Lnd

"Quasi impossibile pensare un ritorno in campo. Al più presto un verdetto". Parole - e "musica" dalle parti di viale del Fante - quelle pronunciate dal numero uno della Lnd, Cosimo Sibilia, che sanno tanto di promozione per il Palermo: da tempo ormai immemore in attesa di un responso che possa sancire ufficialmente il salto di categoria dai dilettanti ai professionisti. 

Il Palermo avrebbe quindi un piede e mezzo in serie C. Resta da capire se C1 o C2 (quest'ultima sarebbe comunque una quarta serie). Qualunque decisione venga presa dagli organi federali, per il club rosa - così come per tutto il mondo dilettantistico - si prospetta un’estate rovente. "Perché quasi certamente - ha detto Sibilia all'Unione Sarda - sento già tantissime società pronte ad adire le vie legali. La nostra speranza è che non ce ne siano più di quanti non ci aspettiamo. Penso che una decisione in merito alla ripresa dei campionati arriverà subito dopo il Consiglio federale. In quella sede otterremo delle indicazioni che poi trasferiremo ai nostri territori in seguito al confronto con tutti i comitati regionali della Lega nazionale dilettanti". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ho sempre coltivato la speranza di poter concludere la stagione in campo - conclude Sibilia - ma allo stesso tempo non ho mai nascosto le difficoltà per le nostre società di attuare le misure di sicurezza richieste dall’emergenza Coronavirus. Il tempo sta passando inesorabilmente e credo sia quasi impossibile per i dilettanti pensare di tornare a giocare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ponte Oreto, ragazza si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Furti di gasolio in discarica, coinvolti dipendenti Rap: i nomi degli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento