Sport

Zamparini prepara l'ennesima rivoluzione: Valoti ds, per la panchina pronto Stellone

Ormai deciso il futuro del direttore sportivo Fabio Lupo, il cui divorzio potrebbe essere ufficializzato domani. La società non smentisce: "Pensiamo solo alla partita di stasera". E indiscrezioni parlano di un accordo raggiunto tra il patron e l'ex Frosinone

Roberto Stellone

La lampada di Aladino e uno Stellone in panchina per cercare di rimettersi in marcia verso la serie A. Sarebbe questo il piano di Zamparini e dei suoi consulenti. Se ormai il futuro del direttore sportivo Fabio Lupo appare segnato, quello di Tedino dipende dal risultato della partita di stasera. Ma anche no. Perchè il primo divorzio stagionale potrebbe avere un immediato effetto domino, a prescidendere dal risultato della singola partita. Il tecnico infatti potrebbe pagare il trend negativo dell'ultimo mese e il fatto di non avere più come "scudo" Lupo. L’addio fra il ds rosanero e l’imprenditore friulano è cosa certa (prevista per domani l’ufficialità), al suo posto arriverà Aladino Valoti. E secondo alcune indiscrezioni potrebbe essere l'ex allenatore del Frosinone, che avrebbe già raggiunto un accordo verbale con il patron, a guidare la squadra fino alla fine del campionato. Rivoluzione totale dunque. L'ennesima.

Palermo-Ascoli, le probabili formazioni

Fuori Lupo, torna Gianni Di Marzio

La causa scatenante del primo divorzio in stagione è senz’altro un esito del mercato di gennaio ritenuto sotto le aspettative da Zamparini, influenzato però – come più volte dichiarato dallo stesso patron – da un’istanza di fallimento che avrebbe prepotentemente complicato le operazioni in entrata. La sensazione dunque è che a fare la differenza alla fine sia stato semplicemente il volere dei consiglieri e dell’imprenditore friulano. Pronto a prendere il  posto di Lupo l’ex giocatore del Palermo, attualmente ds del Sudtirol, Aladino Valoti. A volerlo fortemente il consulente/amico Gianni Di Marzio. Nessuna conferma (ma nemmeno una smentita) da parte della società rosanero che attraverso un comunicato ufficiale sottolinea che “in riferimento a quanto pubblicato in data odierna dalla carta stampata sul rapporto tra il Direttore Sportivo Fabio Lupo ed il club rosanero, la Società ritiene opportuno non rilasciare nella giornata di oggi alcuna replica ufficiale: la concentrazione di ogni componente del club, dal magazziniere al Patron, è orientata esclusivamente verso la gara casalinga di questa sera contro l'Ascoli”. E in questo schema si inseriscono i consulenti slavi dell'ex presidente: Valoti è infatti assistito da Giuseppe Riso, collaboratore di Curkovic e Lemic, già noti  per essere i procuratori di diversi calciatori arrivati in rosanero nell'ultimo triennio (Posavec, Nestorovski, Trajkovski e Balogh).

Uno Stellone in panchina?

Servirà una rimonta, una cavalcata imponente a Nestorovski e compagni per poter raggiungere la promozione senza passare dai turbolenti playoff. Così Zamparini e i suoi consulenti starebbero pensando anche a un ribaltone in panchina con Roberto Stellone pronto a prendere il posto di mister Tedino. “Giocando così non si va da nessuna parte. Per vincere bisogna segnare", ha detto più volte il patron Zamparini pungolando la fase offensiva dell'ex Pordenone. Di certo gli uomini di Tedino non stanno attraversando il loro miglior periodo soprattutto sul piano del gioco. L’ex Tecnico di Frosinone e Bari predilige da sempre il 4-4-2,  4-3-3 o il 4-3-2-1 moduli decisamente offensivi, anche se alla fine potrebbe adattarsi al  3-5-2. Stellone avrebbe già un accordo verbale con Zamparini, decisivi a questo punto non saranno tanto i prossimi risultati, ma il gioco che riuscirà a esprimere già da questa sera in campo la squadra contro l'Ascoli.  
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zamparini prepara l'ennesima rivoluzione: Valoti ds, per la panchina pronto Stellone

PalermoToday è in caricamento