Falletti: “Non sono qui per caso, porto il Palermo in A e resto"

Le prime parole del nuovo trequartista rosanero. Il fantasista uruguaiano sogna una grande stagione: “Mi piacerebbe restare in rosanero. Pensiamo prima alla promozione, poi al mio futuro”.

Cesar Falletti

“Qui per giocare con continuità. Mi aspetto una grande stagione”. Cesar Falletti si presenta: sarà il nuovo trequartista rosanero, ma non provate a paragonarlo a Coronado. Di passaggio o per piantare radici? Sull’accordo del prestito secco stipulato fra il Bologna e il Palermo, il fantasista uruguaiano ha risposto così: “Mi piacerebbe restare in rosanero. Pensiamo prima alla promozione, poi al mio futuro”.

Dal Bologna al Palermo. Dal massimo campionato italiano a quello cadetto. Una scelta dettata dalla voglia di tornare a giocare con continuità, proprio come accaduto con la maglia della Ternana quando Falletti riusciva a incantare tutti i campi di B a suon di giocate sopraffine. Falletti arriva con la formula del prestito secco, ma lascia intendere che a fine stagione potrebbero anche esserci novità. “Finalmente – confessa -  mi sento davvero pronto per tornare a giocare regolarmente. Mi manca tantissimo il campo. Sono un tipo di giocatore che se riesce ad avere la fiducia del mister può davvero esprimersi al meglio. Il mio obiettivo – dice - è giocare tutte le partite, questa per me è la cosa più importante. farò di tutto per portare questa squadra in Serie A. Se dovessimo realmente salire – confessa – spero di restare qui e giocare a lungo per il Palermo, ma questo si vedrà alla fine del campionato”.

Anche quest’anno dunque il Palermo potrà contare sul suo magico folletto. Fantasista che però non sarà brasiliano e - forse - non avrà sulle spalle il numero 10. Una cosa è certa: avrà il volto e il nome di Cesar Falletti. “Coronado - spiega - è un giocatore di livello, ha tanta tecnica, e penso abbia le carte in regola per poter crescere sempre di più. Sì, siamo un po’ simili ma anche tanto diversi. Io cerco di giocare più in velocità, attaccare più la porta per calciare. Cerco di far diventare la rapidità il mio vero punto di forza. Sulla scelta del numero dico che ancora non ci ho pensato. Sicuramente lo farò dopo. Il 10 è un bel numero, per me però queste cose sono sempre secondario, quello che conta è giocare e far bene per questi colori”.

Così Falletti è pronto e determinato nel tornare a solcare i campi di B. Con obiettivi però decisamente diversi. Un gran balzo in avanti che non sembra spaventare più di tanto il talento uruguaiano. “Non penso ci sia una ricetta che indichi come poter vincere il campionato. Sicuramente è molto difficile, a Terni ad esempio lottavamo per la salvezza. Adesso invece lotterò per qualcosa di molto diverso. Qui, in Serie B c’è sempre qualcosa per cui lottare. Dovremo essere forti in casa, ma saper vincere anche in trasferta. Ho seguito questa squadra lo scorso anno e adesso che ne faccio parte posso dire che mi aspetto un grande gruppo che possa raggiungere gli obiettivi prefissati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli spostamenti della turista bergamasca: "Ha girato per Palermo, indagini su dove è stata"

  • Coronavirus, primo caso a Palermo: turista di Bergamo è positiva

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Coronavirus a Palermo, i contagiati tra i turisti bergamaschi salgono a tre

  • Coronavirus, Musumeci: "Sospensione lezioni nelle scuole di Palermo e provincia"

  • Incidente in autostrada a Tommaso Natale, morto un automobilista

Torna su
PalermoToday è in caricamento