menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Diego Lopez in conferenza alla vigilia della sfida con il Cagliari

Diego Lopez in conferenza alla vigilia della sfida con il Cagliari

Al Barbera Lopez sfida il "suo" Cagliari: "In campo voglio vedere undici uomini"

Alla vigilia della sfida con i sardi il tecnico uruguaiano non vuole sentire parlare di emozioni. Contro i rossoblù vuole grinta per riconquistare la vittoria che manca da quasi due mesi, dall'ultimo Palermo-Crotone 1-0

Il Palermo non può più rinviare l’appuntamento con i tre punti. Lo sa bene Diego Lopez che nonostante il suo immenso passato con il Cagliari non vuole assolutamente sentir parlare di emozioni. "Domani non ci sarà spazio per i sentimenti, conta soltanto vincere. Saranno novanta minuti in cui io e il club sardo - ha affermato in conferenza stampa il tecnico uruguaiano - saremo nemici e dovremo darci battaglia. Voglio vincere e non voglio alcun tipo di distrazioni". La vittoria manca da troppo tempo, quasi due mesi (Palermo-Crotone 1-0), e i 28 punti persi da situazione di vantaggio rischiano davvero di essere un ostacolo in più per il club rosanero.

"Domani voglio vedere undici uomini in campo. Chi è triste, demotivato o rassegnato - dichiara Lopez - guarderà la partita dalla panchina. Sotto questo punto di vista il recupero di Rispoli è davvero importante. Lui è un esempio per tutta la squadra, un uomo vero. È chiaro che soffriamo sotto l’aspetto mentale. L’abbiamo visto a Udine, ma anche in tantissime altre occasioni. Alla prima difficoltà i ragazzi crollano mentalmente. Non è assolutamente possibile perdere tutti questi punti, specialmente se vogliamo salvarci. Rinviare l’appuntamento con la vittoria non ci aiuta. Ogni partita pensiamo sia quella giusta, ma qualcosa non va. Alla fine del campionato mancano ancora 9 partite, ma domani dobbiamo assolutamente portare a casa i tre punti".

Non è stata la settimana migliore per preparare un impegno così delicato. Le tante assenze a causa delle nazionali non hanno consentito al tecnico uruguaiano di lavorare con tutta la rosa a disposizione. Unica nota positiva l’allenamento a porte aperte davanti a circa tremila tifosi. “E’ stata una settimana difficile – ha confessato Lopez – qui al campo d’allenamento siamo rimasti in pochi. Anche se i giocatori che ho avuto a disposizione hanno lavorato con la giusta mentalità. Dobbiamo ringraziare i tifosi che hanno cantato dall’inizio alla fine giovedì pomeriggio. Spero davvero di poter ripagare l’affetto dei tantissimi tifosi palermitani. Ho parlato con Gonzalez, mi ha detto che sta bene e vuole giocare. Deciderò nelle prossime ore".

Nessun dubbio invece per quanto riguarda l’impiego dal primo minuto di Nestorovski. Nonostante gli impegni con la nazionale macedone, l’attaccante rosanero sarà regolarmente in campo e il Palermo dovrà sicuramente aggrapparsi ai suoi gol per cercare di battere il Cagliari. "Affronteremo un’ottima squadra. Il Cagliari è un gruppo solido che merita assolutamente l’attuale posizione in classifica. Sicuramente - conclude Lopez - scenderanno in campo con maggiore serenità, anche se a noi cambia davvero poco. Dobbiamo restare concentrati e cercare di fare la nostra partita".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento