menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palermo-Bari 1-0, Chochev all'ultimo respiro: rosa avanti in Coppa

Un gol del bulgaro al minuto 121 porta i ragazzi di Ballardini al quarto turno. Migliore in campo Posavec, decisivo in tre occasioni

"Evitare un'altra Alessandria". Era quello che aveva chiesto Ballardini. Ma per piegare un Bari volenteroso c'è voluta una maratona che ha sfiorato la mezzanotte. Il Palermo supera i pugliesi dopo 121 minuti di nulla - o quasi - avanza in Coppa e trova Iachini (probabilmente) in premio. Il gol, assai fortunoso a dire il vero, è arrivato all'ultimo respiro, in fondo ai supplementari, quando ormai la testa era ai rigori. E' stato Chochev a schiodare la partita dallo 0-0, con un tiro dai 20 metri che ha trovato un paio di deviazioni che hanno condannato il Bari oltre i propri demeriti. Palermo al quarto turno: finamente una gioia dopo le eliminazioni precoci che avevano trasformato in "maledetta" la Coppa Italia dopo la cavalcata dei sogni finita a Roma nel 2011.

Davanti ai pochi coraggiosi del Barbera (c'è anche la diretta tv Rai a spingere fuori dallo stadio i tifosi) il Palermo ha faticato, come indicavano i pronostici della vigilia. Questa squadra - tra infortuni e gente fuori forma, in partenza o alle Olimpiadi - è ancora un cantiere. I rosa sono imbottiti di incognite. Tanto per rendere l'idea: negli ultimi 20 minuti il Palermo gioca con Lazaar e Lo Faso nella batteria dei trequartisti. Ballardini - che lascia Gonzalez in panchina - insiste con il 4-3-3, piazzando al centro dell'attacco Nestorovski, con Bentivegna e Balogh ai fianchi. I due baby fiutano la grande occasione: con Embalo e Trajkovski ai box al momento sono loro le uniche alternative ai titolari. Nestorovski è un armadio neanche troppo alto, che si distingue per generosità. Sponde, sportellate, movimento e qualche palla accalappiata per far salire la squadra, ma anche tanta solitudine (tiri zero) e la sensazione che una squadra di B italiana vale più di tante croate della massima divisione. 

Così nel primo tempo c'è voluta tutta la reattività di Posavec per tenere il Palermo in piedi. Il portierino si è opposto con un riflesso felino su Monachello, in una delle due occasioni fabbricate dal Bari in contropiede. Poco prima era stato Maniero a presentarsi tutto solo davanti in area rosa, ciccando però l'appuntamento con il vantaggio, con un sinistro ciabattato. La difesa di casa concede poco, ma concede. Il centrocampo ha poche idee e Gazzi è tutto tranne che un regista. Il Palermo è tutto in un'incursione a inizio partita di Alesaami che innescato da Nestorovski, si è incartato davanti a Micai. 

Rosa scolastici, anche nella ripresa. Balogh è sgusciante, ma si squaglia quando accelera. Sembra più pronto invece Bentivegna: il trequartista saccense è l'unico ad accendere la spia dell'entusiasmo. Dai suoi piedi arrivano gli unici squilli. Strano però che Ballardini lo tolga dopo 75 minuti di sostanza. Entra Lazaar e fa il trequartista largo, quasi a ricordare che è pur sempre calcio d'agosto. Rajkovic prova a evitare i supplementari, ma la sua incornata sorvola la testa di Micai. Così si continua anche dopo il 90', con il Palermo in 11 contro 10 per il rosso a Cassani in chiusura (fallo su Lazaar). All'overtime succede pochissimo, con Posavec ancora sugli scudi (murato Boateng). Fino a quando Chochev pesca il jolly dalla distanza al minuto 121 e interrompe l'incantesimo. 


TABELLINO 

PALERMO 1. Posavec 7; Goldaniga 6, Vitiello 6, Rajkovic 6; Morganella 5,5 (58' Cionek 6), Gazzi 6, Chochev 6,5, Aleesami 6,5; Bentivegna 6,5 (74' Lazaar 6), Nestorovski 5,5, Balogh 5,5 (100' Lo Faso 6). All. Ballardini 6

BARI 0. Micai 6,5; Cassani 5, Tonucci 6,5, Di Cesare 6, Di Noia 6; Sabelli 5,5 (76' Fedato 6), Romizi 6,5, Valiani 6, Martinho 5,5; Monachello 5,5 (74' Boateng 6,5), Maniero 5,5 (91' Defendi 6). All. Stellone 6
ARBITRO: Doveri 6. 

MARCATORI: Chochev 122'
AMMONITI: Morganella, Gazzi, Aleesami, Lo Faso, Fedato.
ESPULSI: Cassani.                                                                    

LE PAGELLE

I MIGLIORI TODAY
Posavec 7:
due parate decisive su Monachello e Maniero, piombati in mezzo all'area da soli. Riflessi da veterano.
Bentivegna 6,5: sfiora il gran gol a giro dal limite dell'area, poi Micai si distende su un rasoterra dal limite. Galleggia bene tra attacco e centrocampo e quando può copre anche in difesa per coprire Morganella. Impegno, sacrificio e schegge di futuro.
Aleesami 6,5: corsa perpetua sulla fascia sinistra, sembra un Bruno Peres da sgrezzare. Spreca subito il pallone dell'1-0, ma c'è poco da rimproverargli perché si spende in massacranti "su e giù". Fa tutto con il sinistro, se usasse anche l'altro piede sarebbe più imprevedibile.

I PEGGIORI TODAY
Morganella 5,5:
non c'è Rispoli e si sente. Esce claudicante a inizio ripresa, con la sensazione di aver perso un'occasione buona per scalare le gerarchie. A 27 anni ne ha sciupate fin troppe.
Balogh 5,5: alto, veloce e aggraziato. Ma è poco incisivo. Sbatte sulla difesa pugliese nonostante lasci intravedere buone intenzioni. Conferma le impressioni della passata stagione: è acerbo, ma merita altri appelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento