menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo stadio Renzo Barbera

Lo stadio Renzo Barbera

Lancio di petardi, stangata sul Palermo: con l’Atalanta a porte chiuse

Lo ha deciso il giudice sportivo della serie A Gianpaolo Tosel alla luce del comportamento tenuto dai alcuni tifosi dentro al campo. I rosanero, nella prossima sfida contro la Juventus del prossimo turno, dovranno fare a meno di Quaison

Porte chiuse al Renzo Barbera nella sfida contro l’Atalanta. Lo ha deciso il giudice sportivo della serie A Gianpaolo Tosel alla luce di quanto avvenuto nel corso del match di domenica sera contro i biancocelesti. Nel pomeriggio gli scontri in via Libertà (GUARDA VIDEO), che hanno portato a otto arresti e al ferimento di un supporter rosanero, poi il lancio di petardi, fumogeni e bengala in campo, a pochi passi dai giocatori di Palermo e Lazio. Per i “tifosi” violenti, quattro per parte (nelle foto in basso), accusati di rissa aggravata, danneggiamento aggravato, lesioni personali aggravate, gli arresti sono stati convalidati e per questo resteranno in carcere.

Il giudice sportivo è arrivato alla sua decisione dopo aver letto il referto arbitrale e la relazione dei collaboratori della Procura federale ed esaminato le immagini televisive segnalate dalla Procura federale. "Considerato che, nel corso della gara, i sostenitori della società rosanero hanno effettuato nel recinto e sul terreno di giuoco un nutrito lancio di petardi (14), bengala (4) e fumogeni (2) ed oggetti di varia natura (seggiolini, rubinetteria ed altri oggetti contundenti), provocando in tal modo la sospensione della gara al 24' del primo tempo (per circa un minuto) e al 14' del secondo tempo (per circa quattro minuti)".

E’ stato inoltre "rilevato che, in particolare, un petardo è esploso a brevissima distanza da due calciatori, con concreta esposizione a pericolo della loro incolumità, ed altri petardi sono esplosi in prossimità degli arbitri addizionali; valutata la particolare gravità del comportamento tenuto dai sostenitori della società rosanero". Nella sfida di domenica contro la Juventus la squadra allenata (nuovamente) da Davide Ballardini dovrà fare i conti con l’assenza dello svedese Robin Quaison, fermato dal giudice sportivo per un turno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento