Sport

Palermo-Atalanta 2-2: un pareggio che non serve a niente: cronaca, commenti e pagelle

Altalena di emozioni in un Barbera senza tifosi. Rosa subito avanti grazie a un rigore di Vazquez. Rimonta bergamasca con Borriello dal dischetto e Paletta. A un quarto d'ora dalla fine il graffio di Struna

Difficile che alla fine questo pareggio possa servire a qualcosa. E' un funerale silenzioso quello che accompagna il Palermo in B. Il 2-2 di Struna, protagonista nel bene e nel male, tiene accesa la fiammella della speranza, ma rischia solo di allungare l'agonia di questo fine stagione. Il graffio dello sloveno strozza in gola la festa salvezza dell'Atalanta. Alla fine il Palermo rosicchia un punto al Frosinone, ma in attesa del risultato del Carpi, c'è poco da stare allegri. 

I rosa - brutti e forse già rassegnati - si sono accartocciati su se stessi dopo il rigore di Vazquez. Invece di costruire il successo sul rigore apri-partita, hanno offerto il fianco praticamente subito a un'Atalanta lontana parente di quella vista tre giorni prima con la Roma. Vittoria doveva essere e pareggio è stato. L'unico alleato rimasto si chiama aritmetica, anche se una vittoria a Frosinone, domenica, potrebbe ribaltare tutto. 

E' stata una partita atipica: a porte chiuse, in un clima spettrale, il Palermo è sceso in campo senza l'alibi del "tifo contro" del Barbera. Ballardini ancora una volta se l'è giocata senza Gilardino (congelato in panca per tutto il primo tempo) e con un 4-3-2-1 con Djurdjevic punta centrale e Vazquez-Trajkovski a supporto. Attacco leggero, centrocampo molle e difesa tremebonda. Al primo assalto però il Palermo passa. Struna scodella per la testa di Trajkovski, sciagurato mani di Bellini nel cuore dell'area e rigore che Vazquez trasforma. Struna crea e poi distrugge. Perché meno di dieci minuti dopo, il difensore sloveno abbatte Gomez e regala un rigore ai bergamaschi. Borriello batte Sorrentino e riporta il punteggio in parità. Il Palermo rischia di crollare, l'ex Raimondi gli dà una mano, sprecando di testa da pochi passi.

La ripresa vive di sussulti. Entra subito Gilardino per tentare il tutto per tutto, ma poco dopo una punizione tagliata di Cigarini, Gonzalez si perde Paletta, che non perdona Sorrentino con un'inzuccata che muore accanto al secondo palo. Il Palermo sprofonda nel dramma, rischia di naufragare. Reja inserisce Diamanti, anche se il più pericoloso è sempre Gomez. Ballardini si affida a Quaison, per Chochev (prova opaca, per usare un eufemismo), ma è l'Atalanta a sfiorare il tris con un cross velenoso di Gomez salvato in spaccata da Gonzalez. In panchina la radio è protagonista assoluta: arrivano buone notizie, perché il Frosinone si sbriciola lentamente a Verona dopo essere passato in vantaggio a inizio partita.

A quindici minuti dalla fine Struna sbuca in mischia e fa 2-2 con un tocco sottomisura. Si riapre tutto, il Palermo tenta l'assalto e si tuffa generosamente dalle parti di Sportiello e finalmente inizia a farsi minaccioso dalle parti di Sportiello. Pezzella - disastroso - si arrende ai crampi e lascia spazio a Lazaar. La difesa scricchiola, ma ancora una volta è il centrocampo a latitare. Poche idee, costruzione lenta e prevedibile e occasioni affidate al caso. Ci prova con un destro a giro Trajkovski, Sportiello respinge sui piedi di Jajalo che spedisce alto da ottima posizione. Il Palermo resta in avanti alla ricerca del 3-2 ma poi subisce il ritorno dell'Atalanta nel finale. I rosa chiudono in 10 (rosso a Vitiello per fallo su Gomez da ultimo uomo). Al 94' Freuler spreca davanti a Sorrentino. Alla fine matura un 2-2 tanto folle quanto amaro. Adesso è durissima.

TABELLINO

PALERMO 2: Sorrentino 6; Struna 5,5, Vitiello 5, Gonzalez 5, Pezzella 4,5 (78' Lazaar s.v.); Hiljemark 5, Jajalo 5, Chochev 4,5 (58' Quaison 5,5); Vazquez 6; Trajkovski 5,5, Djurdjevic 5 (46' Gilardino 6). All: Ballardini 5,5. 

ATALANTA 2: Sportiello 6,5; Bellini 5 (78' Conti s.v.), Toloi 6, Paletta 6,5, Dramé 5,5; De Roon 6, Cigarini 6, Freuler 6 (63' Migliaccio 6); Raimondi 6 (58' Diamanti 6), Borriello 6,5, Gomez 6,5. All: Reja 6

ARBITRO: Daniele Doveri (Roma) 6.

RETI: 2' Vazquez (rig), 11' Borriello (rig), 56' Paletta, 76' Struna

AMMONITI: Bellini (A), Struna (P), Chochev (P), De Roon (A), Jajalo (P), Toloi (A).

ESPULSO: Vitiello (P)

LE PAGELLE 
I MIGLIORI TODAY
VAZQUEZ 6. Segna dal dischetto, si accende a tratti, portandosi a spasso mezza Atalanta. Lampi nel deserto, ci prova fino alla fine ma non riesce a pungere.
GILARDINO 6. Lotta su ogni pallone come se fosse l'ultimo. Non combina granché ma guadagna punizioni e fa salire la squadra. In una squadra che segna col contagocce lui è l'unico che sa come si fa.

I PEGGIORI TODAY
PEZZELLA 4,5. Sempre in difficoltà, si arrende ai crampi nel finale, dopo una partita in apnea.
CHOCHEV 4,5. Mai un'idea, lento, molle, svagato. 
JAJALO 4,5. Sui suoi piedi arriva la palla del 3-2: tiraccio in curva a Sportiello ormai rassegnato. Errore gravissimo in coda a una partita giocata male.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Atalanta 2-2: un pareggio che non serve a niente: cronaca, commenti e pagelle

PalermoToday è in caricamento