Sport

Roma 2024, Palermo tra le città che potrebbero ospitare gare dell'Olimpiade

Lo stadio Renzo Barbera è stato inserito tra gli impianti dove svolgere le partite del girone eliminatorio del torneo di Calcio. Orlando entusiasta: "Gli uffici già al lavoro per redigere il piano degli adeguamenti agli standard imposti dal Cio"

Palermo tra le città che potrebbero ospitare gare delle Olimpiadi del 2024. Lo stadio Renzo Barbera infatti è stato inserito tra gli impianti dove svolgere le partite del girone eliminatorio del torneo di Calcio. "In vista della candidatura di Roma quale sede delle Olimpiadi 2024 - si legge in una nota del Comune - e a seguito dei contatti intercorsi fra il sindaco Leoluca Orlando e il presidente del comitato promotore Luca Cordero Di Montezemolo, la Figc ha comunicato di aver inserito la città di Palermo fra quelle nelle quali, in caso di effettiva assegnazione a Roma della competizione olimpica, si svolgeranno alcune gare dei gironi eliminatori del torneo di Calcio".

Gli uffici dell'area della riqualificazione urbana e delle infrastrutture sono già al lavoro da alcuni giorni per redigere il piano degli adeguamenti agli standard imposti dal Cio (il comitato olimpico) per lo stadio Renzo Barbera. Entro la metà di gennaio il piano verrà presentato dal sindaco Orlando al Comitato Olimpiadi di Roma 2024. "A pochi giorni dall'approvazione del piano straordinario diinterventi per gli impianti sportivi cittadini - hanno detto il sindaco e gli assessori allo Sport e alla Riqualificazione Urbana - arriva una nuova conferma dell'apprezzamento del lavoro che stiamo facendo e delle potenzialità della nostra città per essere sede di importanti eventi".

LE REAZIONI
La Confcommercio Palermo "apprende con entusiasmo l'inserimento della città di Palermo come possibile città ospitante di alcune partite di calcio allo stadio Renzo Barbera per le Olimpiadi 2024". "A pochi giorni dalla buona notizia dell'approvazione del piano straordinario di interventi per gli impianti sportivi cittadini - dice Fabio Gioia, componente di Giunta con delega alle politiche del tempo libero e impiantistica sportiva -  Confcommercio Palermo si augura che il nuovo anno possa finalmente rilanciare la fruizione normale degli impianti sportivi della nostra città, lasciando alle spalle l'emergenza che ormai a Palermo è, purtroppo, diventata ordinaria nella gestione degli stessi impianti. E' da poche ore infatti la notizia dell'ulteriore chiusura della piscina Comunale scoperta, dopo quattro mesi di lavori per la stessa problematica. Confcommercio Palermo - conclude Gioia -, come più volte ribadito, vuole mettere a disposizione della Città di Palermo le proprie competenze tecniche e gestionali. Ci auguriamo pertanto che dalla progettualità si arrivi alla concretezza della realizzazione di una gestione degli impianti che veda protagonisti anche i privati. I grandi eventi porteranno dei grandi benefici in termini di turismo e di lavoro. Di questo ne siamo grati al Coni nazionale e regionale, che insieme al Comune di Palermo hanno trovato la giusta sinergia per rilanciare la nostra città". “Abbiamo visto cadere a pezzi impianti sportivi a causa degli atti vandalici e dell’incapacità di chi non ha saputo custodire i nostri Impianti Sportivi pubblici - aggiunge Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo -. Confidiamo che queste risorse straordinarie possano essere velocemente utilizzate per restituire alla città, e a noi tutti gli impianti sportivi, importanti non soltanto per le manifestazioni sportive ma anche per ospitare eventi e concerti che si tengono fuori dalla nostra città perché noi non possiamo accoglierli".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma 2024, Palermo tra le città che potrebbero ospitare gare dell'Olimpiade

PalermoToday è in caricamento