Raccuglia, il palermitano che sfidò i giganti dello sport con la sua NR

Da calciatore a imprenditore di successo. La storia di Nicola Raccuglia e della sua NR

Diego Maradona con la maglia griffata NR

NR è un acronimo che per gli amanti dello sport equivale a un segno distintivo degli anni '70 e '80. Quelli delle partite alla domenica - alle 14:30 massimo 15 - dove gli stadi erano gremiti con le radio incollate su ' Tutto il calcio minuto per minuto' prima di tornare a casa per '90° minuto'. E poco importava se pioveva o c'era freddo: un maglione in più, un ombrello e via. Gli anni '70 sono stati quelli che hanno visto nascere un marchio entrato nel cuore dei tifosi italiani: la NR.

E' il 1972. Nicola Raccuglia, ala palermitana, dopo aver appeso le scarpette al chiodo tenta la via dell'imprenditoria. Decide di puntare sull'abbigliamento sportivo perchè da ex calciatore ha capito quanto i tifosi siano legati ai colori del proprio club, pronti ad andare a caccia di una maglia dei loro beniamini. Disegnare e realizzare un capo che rispecchi la storia, i simboli della società, è una scelta che si rivela vicente. Gli albori di NR sono legati ad un convento dopo alcune suore iniziano a dare forma alle idee di Raccuglia. Idee vincenti visto che Pescara e Lazio dicono di sì ai prodotti NR seguite dalla Federazione che veste gli arbitri con quel marchio.

A colpire e convicere è il tessuto: un misto lana-cotone con numeri e loghi cuciti a mano sulla stoffa e quel colletto a V. Particolari cult per gli appassionati. Ma Raccuglia oltre che sul materiale punta anche sullo stile. Basti pensare ad esempio alla divisa realizzata per la Lazio a cavallo degli anni '80 quando l'aquila di Benincasa venne riportata sul petto, con le ali che sfociavano sulle maniche. Un completo che la società capitolina ha poi riproposto anche recentemente grazie ai nuovi sponsor tecnici.

In quegli anni NR era il competitor numero uno di Adidas e Puma, giusto per citare due nomi. Oltre alla Lazio anche la Roma di Giannini vestì le divise di Raccuglia, così come la Sampdoria di Vialli e Mancini dal 1980 al 1988 vincendo due volte la Coppa Italia. Che dire poi del Napoli di Maradona che conquistò due scudetti, una Coppa Italia, una Supercoppa Italiana e una Coppa Uefa. Anche la Fiorentina di Baggio, Antognoni, Passarella e Socrates vestì NR, così come il Milan (1982-1984), il Pescara, Catanzaro, Palermo, Atalanta, Bologna, Cagliari, Avellino, Hellas Verona, Venezia, Parma, Pisa e tante altre di serie A e B compresa la Triestina con la celebre maglia alabardata.

Ma il marchio di Nicola Raccuglia varcò i confini italiani finendo sulle divise dei Kashima Antlers di Zico, Toronto Blizzard di Bettega, il Rapid Bucarest, e i New York Cosmos di Pelè e Chinaglia, quindi le nazionali come Costa d'Avorio, Paraguay e Uruguay (che trionfò nella Coppa America del 1995). E a proposito di nazionali la NR ha vestito anche quella italiana per alcune partite, ma non potendo esibere alcuno sponsor tecnico si inventò una particolare fibbia sulle tute così da poter aggirare l'ostacolo.

NR e il cinema

A metà degli anni '80 NR era il top della categoria e così il marchio fini anche sul grande schermo. Fu l'azienda di Raccuglia a disegnare le divise della Longobarda di Aristoteles e Oronzo Canà per 'L'allenatore nel pallone', girato nel 1984. A dire il vero il debutto nel mondo del cinema è del 1983 con 'Paulo Roberto Cotechiño, centravanti di sfondamento', ma il successo vero e proprio arrivò con la pellicola con protagonista mister Canà. Tra l'altro nel 1985 uscì 'Mezzo destro mezzo sinistro - 2 calciatori senza pallone' con Gigi Sammarchi e Andrea Roncato che riutilizzò le maglie della Longobarda, variando lo sponsor per realizzare quelle della Marchigiana.

Da NR a N2

NR confluì a ridosso degli anni '90 in Pantofola d'Oro scomparendo pian piano dai campi di calcio sotto il pressing nei confronti delle società delle mutinazionali. Raccuglia ha però creato la N2 che ha vestito per diverse stagioni la nazionale attori e quella piloti.

Fonte: ArezzoNotizie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento