Nasce a Floriopoli la “Ing. Carlo Chiti Foundation”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Palermo 10 marzo 2016 - Il Console di Monte Carlo a Palermo Emanuele Bruno ed il suo confrere in Colombia, il pilota ed Ingegnere Fulvio Maria Ballabio, hanno ideato, in occasione della 100th Targa Florio - Historic Speed, svoltasi a Floriopoli domenica 8 maggio, la "Ing. Carlo Chiti Foundation". A realizzare il logo della citata Fondazione, è stato chiamato il noto artista palermitano Maestro Pippo Madè.

"Nei prossimi giorni - ha detto Fulvio Maria Ballabio - incontrerò il Principe Alberto, al quale mostrerò l'opera realizzata da Madè e gli chiederò di presentare la "Ing. Carlo Chiti Foundation" in occasione del prossimo Gran Premio di Monza". Gli fa eco il Console Emanuele Bruno "con la nascita di questa Fondazione dedicata al grande ed indimenticabile Ing. Carlo Chiti, è nostra intenzione, raccogliere fondi necessari per la realizzazione di un canile, in omaggio all'amore che Chiti aveva verso gli animali in genere ed i cani in particolare". Durante le pause della riuscitissima 100th Targa Florido - Historic Speed, alla quale F.M. Ballabbio ha preso parte con il Presidente della Associazione Culturale "Festina lente" Rosario Lo Cicero, con una Alfa Romeo GT Veloce alimentata ad etanolo, come voluto dal Principe Alberto, sensibile alle politiche in favore dell'ambiente, sono state raccolte le firme che i migliori interpreti dell'automobilismo, degli anni '60/'80, hanno apposto direttamente sull'opera realizzata dall'Artista palermitano, da Jean Todt a Giancarlo Minardi, da Sandro Munari a Helmut Marko, da Nino Vaccarella ad Arturo Merzario, da Nanni Galli ad Andrea De Adamich, da Jochen Mass a Christian Tilber, da Vic Elford a Gijs Van Lennep, sino a giungere a Jacky Ickx a Gian Luigi Picchi. Nell'occasione Arturo Chiti, figlio dell'indimenticato Ing. Carlo, ha fatto pervenire un messaggio che è stato letto dallo speaker della manifestazione, alla presenza del Presidente di ACI Sport Ing. Angelo Sticchi Damiani e del Presidente dell'ACI Palermo Angelo Pizzuto. I due Consoli, hanno poi fatto visita al "Rifugio del cane" di Palermo che, come nelle loro intenzioni, sarò coinvolto nell'evento benefico.

Cari amici amanti di belle meccaniche buon giorno!

Sono Arturo Chiti e rispondo all'invito alla vs manifestazione.

Impossibilitato a presenziare come famiglia Chiti, in Palermo, per motivi pregressi di lavoro, condivido però pienamente e con gioia il traguardo dei 100 anni di storia della prima e sempre più affascinante gara stradale per vetture da pista GT turismo e sport prototipi di sempre: la Targa Florio!

Una gioia ed un orgoglio rivedere al via della prova stradale regina, tanti modelli di vetture create dal mio genitore Ing. Carlo Chiti, che ottenne anche qui grandi soddisfazioni e vittorie con Ferrari e soprattutto con Alfa Romeo, senza dimenticare le presenze delle ATS gt.

Le vittorie e le stupende sfide con le Alfa 33 dell'Autodelta e la gioia di tanti piloti ufficiali e privati che hanno portato in gara le Giulia Gt. Vedo con piacere che grazie al vs lavoro, unitamente a quello organizzativo di Giancarlo Minardi per unire tanti amici e piloti del babbo, restano intatte!

Un bravo a tutti i suoi ex piloti che hanno onorato la sua professione e passione di progettista ed uomo di cuore e di tattiche, piloti ancora oggi qui ai 100th, impegnati a dare sensazione ed adrenalina sulle strade e paesi della Targa davanti ed in onore di un pubblico unico, figli di una terra unica la Sicilia!

Grazie a chi oggi è qui ancora a cimentarsi alla Targa nel suo ricordo sempre vivo!

Da Ninni Vaccarella qui oggi ancora al volante, con una Ferrari ma indimenticato vincitore su Alfa 33, al plurivittorioso Arturo Merzario e poi chi qui guiderà ancora per i 100 anni ancora auto dal babbo create, come Nanni Galli, Andrea De Adamich, Helmut Marko con le 33, Fulvio Maria Ballabio con la Giulia GT Veloce a Bietanolo, che fu uno dei suoi studi vicino alle energie alternative dagli anni 60.

Un grazie anche ad altri che han corso per lui da Carlo Facetti, Jean Claude Andruet, Maurizio Verini ad Jacky Ickx e a tanti altri che lo hanno conosciuto ed apprezzato.

Un grazie al presidente ACI Palermo Angelo Pizzuto per l'invito fattomi unitamente al presidente ACI Angelo Sticchi Damiani, per aver ancora una volta voluto rivolgere un omaggio a mio padre da sempre legato alla Targa Florio.

Un omaggio in più al babbo sarà dato qui alla Targa con l'annuncio ufficiale di una Fondazione a lui dedicata, con annuncio in presenza di suoi amici piloti oggi presenti alla Targa su idea ns e promossa da FM Ballabio e Nanni Galli, suo pilota emblematico in Autodelta dalle GTA alle 33 fino in F1 ed ancora in piena attività e voglia di correre con le sue Alfa!

Questa costituenda Fondazione che sarà ufficializzata al prossimo GP d'Italia a Monza si riflette attraverso un suo ricordo che resterà vivo grazie ad una Fondazione dedicata proprio agli animali: altra sua passione riconosciuta nel mondo.

Ed ora buona Targa a tutti, che bello anche nel segno di mio padre!

Torna su
PalermoToday è in caricamento