Giovedì, 21 Ottobre 2021
Sport Libertà / Via Antonio de Gregorio, 5

Il karatè palermitano perde un grande maestro, morto Toyozo Fujioka

Nato nel 1954 nel sud del Giappone. Negli anni '80 venne a Milano con la rappresentativa nazionale e poi decise di trasferisi a Palermo, insegnando l'arte marziale a centinaia di atleti. Più recentemente aveva aperto il noto ristorante "Mikado"

Per molti il suo nome non dirà nulla, mentre per gli appassionati di karatè e cucina giapponese ha rappresentato una pagina della storia di Palermo. Si è spento a 62 anni Toyozo Fujioka, considerato uno dei più grandi maestri a livello mondiale di questa disciplina sportiva. Ormai da tempo soffriva a causa del peggioramento del suo stato di salute per un tumore all’intestino che non gli ha lasciato scampo.

Il maestro Fujioka è nato nell’ottobre del 1954 a Kagoshima, nel sud dell’isola. Nel 1982 si spostò a Milano con la rappresentativa nazionale giapponese di karatè. Poco dopo decise di trasferirsi nel capoluogo, diventando subito un punto di riferimento per la comunità sportiva palermitana. Da lui sono passati centinaia, forse migliaia, di atleti. Prima alla palestra Vigor di via Libertà, poi alla Blu Gym di via Principe di Paternò.

Poi la svolta, dallo sport alla cucina, aprendo il noto ristorante "a vera conduzione giapponese" Mikado. Stamattina i funerali nella parrocchia Santa Lucia di via Enrico Albanese. "E’ sempre stata una persona molto ospitale - lo ricorda Sasha Pezzino - capace di dialogare con tutti e ritagliarsi uno spazio nel loro cuore. Il momento del saluto al feretro, in una chiesa gremita, è stato molto emozionante".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il karatè palermitano perde un grande maestro, morto Toyozo Fujioka

PalermoToday è in caricamento