Venerdì, 18 Giugno 2021
Sport

Palermo-Milan 1-2: cronaca, commenti e pagelle

I rossoneri passano al Barbera con un gol di Cerci su paperone di Sorrentino e un guizzo di Menez nel finale. Inutile il momentaneo 1-1 di Dybala su rigore. Rosanero in crisi: la vittoria manca da quasi due mesi

Cerci realizza il primo gol dopo l'errore di Sorrentino @Tm news-infophoto

Aaa cercasi disperatamente Palermo. La creatura di Iachini che aveva fatto sognare per un girone e mezzo, arrampicandosi in quota Europa, non c'è più. Un piccolo Milan sbanca il Barbera senza strafare, sfruttando errori della squadra di casa. Non basta il gol di Dybala, che per qualche minuto aveva spostato il vento della partita. Match dai due volti. Primo tempo sonnacchioso, insipido. In una parola: brutto, come il gol che l'ha sbloccato, quello di Cerci su paperone di Sorrentino. Ripresa più scoppiettante, con squadre più allegre e spensierate. Il Palermo ha trovato il pareggio grazie a un guizzo di Belotti che s'è fatto stendere in area da Paletta, trovando il rigore poi trasformato da Dybala.

I GOL - VIDEO

I rosa, una volta raggiunto l'1-1 e spezzato il lunghissimo digiuno di gol, hanno cercato l'affondo chiudi-partita. Da lì in poi sono saltati gli schemi, come impone il classico copione di fine stagione quando si affrontano due squadre che poco hanno ormai da chiedere al campionato. Ma proprio nel momento migliore i rosa hanno offerto il fianco al Milan. Che dai e dai, nel finale è riuscito a sfondare con una cavalcata di Menez, bravo a sfruttare un buco a centrocampo, con la collaborazione di Pazzini (che era entrato da poco e alla fine è risultato a suo modo decisivo) e dei difensori del Palermo.

E' stata la partita delle papere. Quella di Sorrentino - come accennato prima - che ha spianato la strada a Cerci, marcatore involontario (primo gol in stagione). E quella di Vazquez che sullo 0-0 ha mandato a lato da due passi, a porta praticamente vuota. Passa 2-1 il Milan che vede adesso l'Europa un po' meno lontana. Ma ora il Palermo deve capire che sapore dare al suo finale di campionato. Un mese e mezzo fa, per qualche minuto, mentre stava battendo la Lazio a domicilio, era in piena corsa per il quinto posto e la settimana prima aveva demolito il Napoli. Quarantacinque giorni dopo è cambiato tutto. E la crisi adesso bussa con prepotenza.

TABELLINO

PALERMO-MILAN 1-2

MARCATORI: Cerci, Dybala (rig.), Menez

PALERMO: Sorrentino 5, Rispoli 6, Vitiello 5, Gonzalez 5,5, Lazaar 5,5; Rigoni 6, Jajalo 5,5 (88' La Gumina s.v.), Barreto 5 (Chochev 53'); Quaison 6 (58' Belotti 6,5), Vazquez 5; Dybala 6,5. A disp: Ujkani, Milanovic, Joao Silva, Della Rocca, Bolzoni, Chochev, Terzi, Ortiz, Maresca, Daprelà, La Gumina, Belotti. All: Iachini 5,5

MILAN: Diego Lopez 6,5; Abate 6,5, Mexes 6, Paletta 5,5, Antonelli 6,5; Van Ginkel 6, De Jong 6,5, Bonaventura 6; Cerci 6 (72' Suso 6), Destro 5 (73' Pazzini 6,5), Menez 7 (90' Poli s.v.). A disp: Abbiati, Gori, De Sciglio, Suso, Pazzini, Albertazzi, Poli, Bocchetti, Bonera, Alex, Mastalli. All: Inzaghi 6

ARBITRO: Doveri 5,5

LE PAGELLE

I MIGLIORI TODAY

Dybala 6,5: Torna al gol, è l'ultimo a mollare. Non maradoneggia come due mesi fa, ma è sempre l'uomo in più del Palermo.

Belotti 6,5: Accende la spia della speranza. Entra in campo con l'elettricità giusta, si procura il rigore e si candida per una maglia da titolare per le partite finali.

I PEGGIORI TODAY

Sorrentino 5: Si distende male su Cerci: era un pallone facile, lo trasforma in velenoso. Poi non ha più occasioni per riscattarsi.

Vazquez 5: Il suo errore a porta vuota da due metri ha qualcosa di sovrannaturale. Sarebbe stato il modo migliore per festeggiare il debutto azzurro. Qualche ricamo in mezzo al campo, ma poca concretezza.

Barreto 5: Sbaglia qualche appoggio elementare, ci prova da fuori ma i suoi sono tiri sono sgangherati. E su uno di questi conclude la sua partita. Beccato dal pubblico dall'inizio alla fine. E' l'ennesimo problema del Palermo attuale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Milan 1-2: cronaca, commenti e pagelle

PalermoToday è in caricamento