Sport

Miccoli divide Zamparini e tifosi “Vada via”, “Non si tocca”

Dopo le polemiche sulle “frequentazioni pericolose”, il presidente spinge il salentino verso gli Emirati Arabi: “Adesso è meglio lasciare Palermo, Fabrizio deve cambiare aria”. Ma al Barbera (che l'anno prossimo potrebbe ospitare la Champions) spunta uno striscione: “Niente scuse rinnovo al Capitano”

Zamparini accompagna Miccoli alla porta, lo saluta e senza troppi complimenti lo manda a quel paese. Nel senso di Emirati Arabi. Il consiglio non è proprio da padre di famiglia. Casomai da zio, realista e spietato. “Adesso è meglio lasciare Palermo. Fabrizio deve cambiare aria, può andare negli Emirati”. Miccoli intanto si prepara al canto del cigno. Quello di domenica sera sarà probabilmente il suo ultimo tango al Barbera. Il numero 10 spacca i tifosi. Il coinvolgimento nell'inchiesta della Procura di Palermo su schede telefoniche, sommato alle sue amicizie pericolose, ha segnato un divario nel gradimento dei supporter. Da un lato ci sono i miccolisti incalliti, fedeli alla linea, e per questo sempre in contrapposizione a Zamparini. Dall’altro ci sono quelli che di sopportare le bizze del capitano non ne hanno più voglia. I muri dei tifosi esaltano la Grande Crepa. E sono rampe furiose.

Basta fare un giro del web per rendersene conto. Facebook canta: “Un capitano che ha rapporti con la mafia – scrive ad esempio Dario - non lo vogliamo. Il capitano non è solo il giocatore più carismatico della squadra, è il simbolo, è l'esempio per tutti. E se Miccoli ha qualcosa a che fare, consapevolmente, con qualche malavitoso se ne deve solo andare. Una parte della tifoseria vuole che resti? Bene, è il momento buono che la tifoseria intelligente si stacchi dai 4 scanazzati, diffidati”. Questa mattina davanti allo stadio una striscione abbastanza eloquente recitava: “Niente scuse, rinnovo al capitano”. Un messaggio indirizzato a Zamparini. Miccoli è Miccoli, e il suo zoccolo duro spera fino alla fine che il miracolo-rinnovo alla fine si concretizzi. “Noi vogliamo chi suda la maglia in campo – scrive Carlo su Facebook -. Adesso fate tutti i moralisti, la verità è che Zamparini ha colto la palla al balzo. Non sapeva come liberarsi di Miccoli e ora ha trovato la scusa...”.

E mentre il Palermo rotola in B, una novità scuote il Barbera: l’anno prossimo lo stadio di viale del Fante potrebbe (ipoteticamente) ospitare il Lanciano e il Real Madrid. Il San Paolo di Napoli infatti potrebbe avere problemi ad ospitare la prossima Champions, in base alle normative Uefa. E il Barbera è la ruota di scorta dell’impianto partenopeo. Già nel 2001 il Napoli giocò una partita casalinga a Palermo, perché il San Paolo era squalificato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miccoli divide Zamparini e tifosi “Vada via”, “Non si tocca”

PalermoToday è in caricamento