Marco Pollara si laurea campione italiano rally junior con un gara di anticipo

Marco Pollara “È stato un bel campionato, sono felice di aver conquistato il titolo. Ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicini ed hanno creduto in me. Al Tuscan Rewind penseremo a dire la nostra in classe R2”.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Con la pubblicazione dell’elenco iscritti al Tuscan Rewind arriva la matematica vittoria del Campionato Italiano Rally Junior per Marco Pollara. Il giovane pilota classe ’96, originario di Prizzi (PA), dopo un’avvincente stagione, conquista il titolo tanto atteso, che gli permette di aggiudicarsi l’importante premio messo in palio per la prossima stagione da Aci Team Italia. Ancor prima di iniziare, la gara Toscana, in cui si giocheranno il titolo CIR 2019 Basso, Campedelli, Crugnola e Rossetti, consegna il primo verdetto tra gli Junior.

“Sono felicissimo di aver conquistato il titolo di Campione Italiano Rally Junior - sono state le prime parole di un emozionato Marco Pollara-. Con Rosario eravamo pronti a difendere la nostra leadership sulla terra toscana, ma con l’uscita dell’elenco iscritti e la mancata iscrizione del mio diretto rivale in campionato, conquisto matematicamente la vittoria del titolo. Ringrazio in primis per questo successo la mia famiglia, che da sempre mi è vicina e condivide questa mia passione. Ringrazio Max Rendina e Motorsport Italia per questa stagione che abbiamo condiviso insieme, con loro mi sono sentito in famiglia. Un grazie va a Luca Costantino, presidente della Scuderia CST Sport che da anni ormai mi coadiuva. Grazie alla Federazione ed Aci Team Italia per aver messo su questo programma per noi giovani, davvero importante e selettivo. Le nostre coperture non potevano che essere le Pirelli, che per tutto il campionato hanno dimostrato di essere competitive e performanti. Un ringraziamento va al mio navigatore David Castiglioni, che mi ha accompagnato nella prima fase di stagione e con il quale ho condiviso l’abitacolo nei Rally di Sanremo, Adriatico, Sardegna e Roma. Dal Friuli in poi, sono stato affiancato da Rosario Siragusano, con lui abbiamo conquistato il Rally del Friuli e anche il recente Rally di Tindari l’abbiamo concluso da protagonisti. Sulla terra Toscana ci sarà come sempre Rosario e sarà un piacere poter festeggiare a questo campionato. Infine grazie a tutti i miei amici e fans, che mi seguono sia nelle trasferte, che sui social. Adesso -conclude Pollara-, voglio rimanere concentrato per l’ultima gara in programma per questa settimana, non avendo più la pressione del titolo, voglio affrontare la gara puntando ad un buon risultato in classe R2.”

Sin dall’inizio del campionato, Marco Pollara è riuscito, con la vittoria dei primi due appuntamenti in calendario, il Rally di Sanremo e l’Adriatico, ad imporsi nella vetta della classifica. In Sardegna, nella gara in concomitanza con il Campionato del Mondo, solo per un problema alla macchina in gara uno, non è riuscito a fare en plein. Il primo giorno infatti ha accusato dei problemi di surriscaldamento che gli hanno fatto perdere secondi preziosi, concludendo la gara uno in quinta posizione. In gara due, dopo aver risolto i problemi, ha concluso una gara di conserva essendo rimasto l’unico ancora in gioco, vincendola. Anche a Roma ha avuto dei problemi alla vettura e dopo una gara tra alti e bassi che lo avevano visto primeggiare, la sua Ford Fiesta R2T si è ammutolita, costringendolo al ritiro. Una battuta d’arresto spiacevole, che ha incassato senza perdersi d’animo, con la consapevolezza di dover continuare a far bene negli appuntamenti successivi. Passata la pausa estiva, Marco Pollara è tornato al Rally del Friuli più agguerrito che mai, conquistando l’ennesimo primo posto. Adesso è tempo di terra Toscana per il duo siciliano Pollara-Siragusano, che certamente avrà modo di dire la loro.

Torna su
PalermoToday è in caricamento