Liverani: "Felici come Ilicic, Palermo goditelo... ma a giugno torna a Lecce"

Con due gol nelle ultime due partite ha regalato 6 punti a Pergolizzi. Il tecnico dei salentini confessa: "Prima di scegliere la squadra si è confrontato con me, gli dissi che il Palermo in D vale molto di più di una qualsiasi altra squadra in C"

Mattia Felici, attaccante, nato il 17 aprile 2001 - foto Fucarini

In soli tre mesi Felici sembra aver messo tutti d’accordo. Talento da vendere e temperamento da "veterano" sono gli ingredienti con cui il ragazzo nato a Roma è riuscito a reinventarsi ago della bilancia dei rosa. Non è un caso infatti se le ultime due reti siglate del giovane attaccante, appena 18 anni, di proprietà del Lecce siano arrivate proprio nel momento di maggiore precarietà del reparto offensivo a disposizione di Pergolizzi. Liverani, che lo ha prima visto crescere a Lecce e poi mandato in missione a Palermo non ha più dubbi: “Felici è come Ilicic, ma a bisogno di tempo per colmare il divario. Ciò nonostante – ha confessato l’ex centrocampista dei rosa alla Gazzetta dello Sport - ho sempre pensato fossero molto simili, fin dai suoi primi anni a Lecce, dove Felici è riuscito a segnare una caterva di gol con gli Allievi oltre a vincere il titolo regionale. Mattia sapeva dei miei trascorsi in Sicilia e quando Sagramola si è fatto avanti per il ragazzo, si è subito confrontato con me. Gli dissi che una squadra come il Palermo in serie D vale molto di più di una qualsiasi altra squadra in C. Mi fa piacere che la rinascita del Palermo passi anche da un ragazzo cresciuto al mio fianco”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ed è proprio con Liverani, a Lecce, che Felici continuerà a crescere al termine di questa stagione. Ben lontano dunque dal Renzo Barbera e dal calore del popolo palermitano. “Ma non prima di aver vinto il campionato dilettantistico coi rosa – ha aggiunto Liverani - mi auguro veramente che il suo ritorno al Lecce possa coincidere con un trionfo del Palermo in campionato. Per i tifosi palermitani è già un beniamino e la cosa non mi stupisce perché so bene quanto una piazza del genere possa darti in termini di affetto e calore. Felici aveva esattamente bisogno di questo, perché è uno di quei ragazzi che deve sempre sentirsi amato. E’ un giocatore completo, ha la giocata, vede la porta e non ha una soluzione tattica definitiva, può fare la seconda punta, trequartista e anche l’esterno. E' dotato di ottima gamba, è sotto porta sa essere devastante, certe volte - conclude - va più veloce con la palla che senza”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • Maltempo in arrivo: temporali e rischio grandine, scatta l'allerta meteo

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

  • Coronavirus, in Sicilia 32 nuovi casi (più della Lombardia): 5 a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento