Sport Fondo Patti

L'unione fa la forza: far rinascere lo sport in città, nasce "Palermo al vertice"

Pallavolo, calcio, basket, pallamano: costituito un consorzio di società palermitane per rilanciare il settore. L'ambizioso progetto è stato presentato a Villa Niscemi: "Poche risorse e impianti precari, dobbiamo fare qualcosa"

Un consorzio di società palermitane per e far rinascere lo sport in città. Magari creando un fronte comune e provare a cooperare con le istituzioni per la risoluzione dei tanti problemi che assillano questo settore. Nasce "Palermo al vertice". "Un consorzio che vuole rappresentare lo sport agonistico ad alti livelli in città": questa mattina la presentazione del progetto a Villa Niscemi, alla presenza dell'assessore Cesare Lapiana, del presidente della quinta commissione Fausto Torta e del direttore dell'assessorato allo Sport, Fernanda Ferreri. L'obiettivo è ad ampio raggio e mira a coinvolgere anche la Regione.

Il nuovo sodalizio palermitano è presieduto da Giorgio Locanto e, al momento, riunisce le seguenti associazioni sportive:  A.S.D.C. Ni. Gi. Handball Kelona (pallamano),  A.S.D. Futsal P5 (calcio a 5 femminile), A.S.D. Green Basket 99 (pallacanestro maschile), A.S.D. Polisportiva Domenico Scinà (pallamano femminile), A.S.D. Ludos (calcio a 11 femminile), A.S.D. Palermo Cardinals (football americano), A.S.D. Giovanni Verga (basket femminile), Circolo Nautico Palermo A.S.D. (canoa polo), Pol. Dil. Volo International (pallavolo maschile) e Te.Li.Mar. Tempo Libero Mare Società Cooperativa S.D. (pallanuoto maschile).

"Ormai praticare sport di alto livello è divenuto estremamente difficoltoso - spiegano i promotori del progetto - pure per chi, come i dirigenti sportivi palermitani, è da sempre armato di buona volontà e competenza, ma spesso è costretto a confrontarsi con problematiche quotidiane relative alle condizioni sempre più precarie degli impianti e l’ottimizzazione delle ormai scarse risorse. In questo momento di grande crisi socio-economica, lo sport si deve erge soprattutto a baluardo per la tutela dei valori da condividere con i giovani, quali la lealtà, il rispetto per se stessi, per l'avversario e delle regole ed è importante comprendere, da parte delle istituzioni e della società civile, quale sia il fondamentale apporto dello sport di vertice nella trasmissione di questi sani principi".

Così il presidente Giorgio Locanto: "In una città come Palermo dove l'associazionismo non nasce spontaneamente, tutte le società che occupano i vertici dello sport cittadino hanno sentito l'esigenza di consorziarsi per unire le proprie forze per una questione di sopravvivenza. Il nostro approccio - continua Locanto - sarà molto propositivo e, forti delle nostre esperienze, cercheremo di dialogare con tutte le componenti coinvolte nel mondo dello sport: istituzioni, enti locali, sponsor privati, cittadini. Siamo fiduciosi - conclude - che per la prima volta da una vera e costruttiva collaborazione fra le varie forze, si possa parlare di salvezza prima e, in seguito, di rinascita dello sport della nostra città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'unione fa la forza: far rinascere lo sport in città, nasce "Palermo al vertice"

PalermoToday è in caricamento