Sport

Palermo, l'incubo trasferta continua Tris Juve: svanito l'effetto Torino

I rosa cadono sotto i colpi di Pepe, Matri e Marchisio. Primo tempo equilibrato, ripresa tutta di marca bianconera. Decisive le amnesie difensive ma anche le occasioni mancate da Ilicic

Era difficile che il Palermo potesse guarire dal mal di trasferta nello stadio, al momento, più caloroso d'Italia. Ed infatti i rosa escono dallo Juventus Stadium ancora più ammalati. Le partite fuori dal Barbera continuano ad essere un incubo. Miccoli e compagni pagano le amnesie difensive e gli errori in attacco di Ilicic. Nel secondo tempo però i bianconeri favoriti dal raddoppio immediato di Matri dominano l'incontro e mettono in evidenza i limiti tecnici e tattici di una squadra che al di fuori delle mura di casa viaggia a una media retrocessione. Finisce 3-0 ed è un risultato che non sembra esagerato per quello che si è visto in campo.

LE PAGELLE.

IL MATCH. Mangia sceglie Bertolo e lascia fuori inizialmente Zahavi nel tridente d'attacco con Ilicic che parte unica punta. Il ritmo è alto sin dalle prime battute con la Juve che spinge molto sulle fasce e il Palermo che risponde colpo su colpo. Al 3' Pirlo ubriaca Pisano e pesca Chiellini in area, il terzino però è impacciato e sbaglia. All'8' nitida occasione per i rosa: Ilicic, imbeccato da Pisano con un lungo traversone, si trova da solo davanti a Buffon ma è lento e spara sul portiere della Nazionale. Il ritmo è alto, il pressing asfissiante da entrambe le parti. L'equilibrio lo rompe il classico gol dell'ex. Lo segna Pepe al 20' che con un colpo di testa sfrutta un cross di Chiellini (tocco di mano in avvio di azione). Nell'occasione si fanno trovare impreparati Cetto, Balzaretti e Tzorvas. Il Palermo sente la botta e non riesce a uscire più dalla sua metà campo. Alla mezz'ora Pirlo, servito bene da Pepe, trova un varco per la conclusione di interno destro che si stampa sul palo. Nel finale del primo tempo altre due palle gol per Ilicic su altrettanti deliziosi assist di Miccoli: al 34' lo sloveno cicca clamorosamente uno stop semplice, favorendo l'uscita di Buffon, al 43' il numero 27 riesce a concludere, ma il tiro è centrale e viene respinto in angolo. Nella ripresa Mangia prova a cambiare le carte in tavola con Zahavi al posto di Bertolo, ma il cambio viene vanificato subito. Al 3' Lichtsteiner trova un corridoio per Matri che supera in velocità Cetto e batte Tzorvas in uscita. Da lì in poi è un monologo bianconero con Marchisio che al 20' chiude i conti sfruttando un bell'assist di Vucinic e un velo di Matri.

LA SVOLTA DEL MATCH. Tre palle gol per Ilicic, due abbastanza nitide e nemmeno una sfruttata. Lo sloveno avrebbe potuto portare in vantaggio i suoi o perlomeno pareggiare la rete di Pepe. Forse si sarebbe vista un'altra gara. Così rimangono i rimpianti per le occasioni sciupate e rimane lo zero alla voce gol segnati in trasferta dal Palermo.

JUVENTUS-PALERMO 3-0

RETI: 20' Pepe, 3' st Matri, 20' st Marchisio.

JUVENTUS: Buffon, Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli, Chiellini; Marchisio (32' st Pazienza), Pirlo; Pepe, Vidal, Vucinic (22' st Quagliarella); Matri (35' st Del Piero). A disposizione: Storari, De Ceglie, Elia, Giaccherini. Allenatore: Antonio Conte.

PALERMO: Tzorvas, Pisano, Silvestre, Cetto (14' st Della Rocca), Balzaretti; Migliaccio, Bacinovic, Barreto; Bertolo (1' st Zahavi), Ilicic; Miccoli. A disposizione: Benussi, Mantovani, Munoz, Acquah, Lores.
Allenatore: Devis Mangia.
 
ARBITRO: Mauro Bergonzi (Genova).
 
AMMONITI: Balzaretti, Pisano.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, l'incubo trasferta continua Tris Juve: svanito l'effetto Torino

PalermoToday è in caricamento