Mercoledì, 16 Giugno 2021
Sport

Sputi e sportellate: Juve spietata, il Palermo non fa il guastafeste

Un rigore generoso affossa i rosanero, orgogliosi ma poco pericolosi. Miccoli coglie il palo, Faurlin ciabatta davanti a Buffon all'ultimo respiro. La squadra di Sannino alla fine non sfrutta la superiorità numerica

Lo scontro tra Donati e Vidal che ha portato al rigore per la Juventus @TMnews-infophoto

Pareggio doveva essere e pareggio non è stato. La Juventus vede le streghe ma alla fine ringrazia Romeo, fin troppo generoso nel concedere un rigore che potrebbe uccidere la stagione rosanero. L’1-0 firmato Vidal è giusto, se contiamo le occasioni da gol. Ma i bianconeri hanno sfondato soltanto dopo essere passati in vantaggio. Prima il Palermo aveva lottato con orgoglio e dignità sfiorando anche il colpaccio con Miccoli. Il palo ha salvato Conte e la festa scudetto, programmata da tempo, e difficilmente rinviabile. Così il Palermo si aggrappa al suo figliol prodigo, Mario Balotelli, che in extremis affossa il Torino e lo tiene a portata di mano. Ma la salvezza del Palermo passerà dalla vittoria, imprescindibile, con l’Udinese, tra tre giorni al Barbera.

LE PAGELLE

SINTESI E GOL

Mentre Buffon sbadiglia, la Juventus attacca subito a testa bassa. Soprattutto sulle fasce con Asamoah che rulla Nelson in continuazione. Ma la fortuna del Palermo è che in area i centrocampisti della Juventus arrivano sempre in ritardo e Sorrentino fa la sua bella figura. La furia bianconera si allenta col passare del tempo perché Nelson prende le misure, Garcia trova il coraggio per spingersi in avanti e Ilicic fa respirare i compagni con i suoi allunghi. E infatti la prima palla gol pulita la Juventus la costruisce solo dopo 28 minuti, con Lichtsteiner che srotola a Vucinic il tappeto dell’1-0. Il montenegrino che elude la pressione di Donati e si presenta davanti a Sorrentino. Il portierone resta in piedi e mantiene la partita in equilibrio. Il ritmo della partita si abbassa a poco a poco, la Juve controlla senza strafare, Pirlo trotterella ma non inventa e prima della fine del tempo Buffon inizia a maneggiare il pallone. Nessuna parata-capolavoro ma soltanto piccoli segnali di un Palermo che si affaccia oltre la metà campo. Il vero protagonista così è il tabellone luminoso dello Juventus Stadium che vede il Genoa prendere il largo sul Pescara. 

Seguendo la scia dell’ultimo spicchio di primo tempo, il Palermo si trascina il coraggio anche nella ripresa che parte con un brivido. Miccoli dal limite, punta Chiellini, poi scarica il sinistro: palo. Quando la Juventus è sul punto di affondare l’arbitro la tira su. Romeo punisce nel modo più severo una spallata di Donati su Vucinic. Vidal è implacabile dal dischetto: 1-0 ingeneroso dopo un’ora di gioco. Il Palermo sbanda e si sbriciola. Nessuna reazione, Chiellini, Vucinic, Marchisio e Pogba sfiorano il 2-0. Entra Hernandez al posto di Miccoli ma la sostanza non cambia, anche se la Joya per poco non acciuffa l’1-1 con un tiro a giro dal limite. Ma lo show è tutto juventino. Quagliarella fa vibrare la traversa, Pogba sfiora due volte il golazo, poi annaffia Aronica con un sputo da Oscar e si fa buttare fuori. Con la superiorità numerica il Palermo invece di cercare il punto della vita si intimidisce. E Faurlin all'ultimo respiro spreca nel peggiore dei modi, ciabattando davanti a Buffon. Ora è durissima. Ma in fondo si sapeva.

TABELLINO
Juventus-Palermo 1-0 
MARCATORI
: Vidal 14’st
JUVENTUS (3-5-1-1): Buffon; Barzagli, Chiellini, Bonucci; Lichtsteiner (11’ st Padoin), Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah (22’ st Peluso); Marchisio; Vucinic (34' st Quagliarella). A disposizione: Storari, Isla, Marrone, Caceres, De Ceglie, Giovinco, Bendtner, Giaccherini, Matri. Allenatore: Conte
PALERMO (3-5-2): Sorrentino; Von Bergen, Donati, Aronica; Nelson, Barreto, Rios (34’ st Faurlin), Kurtic, Garcia; Ilicic (26’ st Dybala), Miccoli (20’ st Hernandez). A disposizione: Benussi, Brichetto, Munoz, Viola, Dossena, Anselmo, Fabbrini, Formica, Boselli. Allenatore: Sannino
AMMONITI: Barzagli, Vidal

ESPULSO: Pogba

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sputi e sportellate: Juve spietata, il Palermo non fa il guastafeste

PalermoToday è in caricamento