Saraniti punge le Vespe, poi Floriano-gol: prima gioia Palermo, 2-1 nella tana della Juve Stabia

Un guizzo dell'attaccante palermitano al quinto minuto spiana la strada ai rosanero di Boscaglia. Raddoppia l'ex Bari dopo un assolo di Rauti. Nel finale l'inutile rigore dei padroni di casa

E' arrivato il Palermo. Otto mesi e mezzo dopo i rosanero tornano a vincere: dal 4-0 contro il Nola al 2-1 esterno in casa della Juve Stabia.  E adesso parte la scalata ai vertici della classifica. Una vittoria meritata che ha mostrato i lati migliori del Palermo. Una squadra compatta, tonica, matura e letale, che ha saputo soffrire e ha colpito nei momenti giusti. Decidono i gol di Saraniti e Floriano. Ottima la prova di Rauti, bene la difesa, solido il centrocampo.

Da una parte una squadra che in casa aveva solo vinto. Dall'altra una squadra che non aveva mai vinto. Alla fine è il Palermo a rompere l'incantesimo e conquistare la prima gioia della stagione. Decisivo soprattutto il guizzo di Saraniti. I ragazzi di Boscaglia trovano così nel recupero del Menti quello che gli era sfuggito nel derby tutto cuore. L'azione del gol, arrivato appena dopo 5', è bellissima. Saraniti recupera palla sull'out avanzato di destra, la dà a Martin e si butta in area, il francese appoggia per Odjer che trova Broh, verticalizzazione per Kanoute che crossa in mezzo dove c'è proprio l'attaccante palermitano che sul secondo palo incrocia di testa e batte Tomei. 

Vantaggio meritato per i rosanero che sembrano essere scesi in campo con più fame rispetto all'avversario. Pressing alto, marcatura uomo su uomo, atteggiamento aggressivo ma compatto, fraseggi precisi e squadra corta. Pochi i rischi: su tutti quello corso alla mezz'ora quando su punizione defilata di Mastalli, sbuca Garattoni che deposita in rete ed esulta. Gol però annullato per un tocco di mano. 

Nella ripresa la pressione della Juve Stabia si fa più veemente. I padroni di casa costruiscono alcune discrete azioni da gol con Mastalli e Fantacci ma i rosa reggono. Boscaglia però vede i suoi stanchi e capisce che è il momento di cercare benzina dalla panchina. Escono Almici e Martin ed entrano Accardie e Floriano. Poco dopo anche Odjer si arrende a un infortunio e tocca a Peretti. Il Palermo a quel punto sembra accusare le fatiche del derby (e del Covid) e si chiude a protezione di Pelagotti. Ai 20' dalla fine i campani chiedono il rigore per un sospetto fallo di mano di Peretti su percussione di Bubas ma l'arbitro sorvola. Sembrano sinistri presagi e invece al 73' - quando meno te l'aspetti - il Palermo blinda la vittoria. Oscar di miglior attore non protagonista va a Rauti che ruba palla a Vallocchia e dopo 40 metri di assolo allarga per Floriano che dal limite trova il piattone che giustizia Tomei. Nel finale la Juve Stabia attacca ma sembra non crederci più. A un soffio del triplice fischio c'è il fallo di Corrado in area: il rigore trasformato da Mastalli serve solo per le statistiche.

TABELLINO

MARCATORI: 5' Saraniti, 73' Floriano, 96' Mastalli

JUVE STABIA 1: Tomei, Rizzo, Garattoni, Allievi, Mastalli, Romero, Orlando (66' Bubas), Berardocco (89' Scaccabarozzi), Codromaz, Vallocchia, Fantacci. Allenatore: Padalino.
PALERMO 2: Pelagotti 6,5, Almici 6 (56' Accardi 6), Palazzi 6,5, Marconi 6, Corrado 6; Odjer 6,5 (63' Peretti 6), Martin 6,5 (57' Floriano 7); Kanoute 6,5, Broh 6,5, Rauti 7; Saraniti 7. Allenatore: Boscaglia 7.
AMMONITI: Palazzi, Broh, Odjer, Garattoni, Bubas, Accardi, Allievi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • Nuovo Dpcm: Governo conferma l'ipotesi dello stop all'asporto per i bar dopo le 18

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento