Jajalo all'Udinese, il dg Lucchesi: "Palermo fermo in attesa del nuovo allenatore"

Il centrocampista bosniaco, a scadenza di contratto, si accasa in Friuli. Così il direttore generale a PalermoToday: "Mato poteva anche aspettarci, ma andremo avanti lo stesso..."

Il popolo palermitano è Mato di Jajalo, ma il centrocampista bosniaco andrà all’Udinese. Fabrizio Lucchesi prova a fare chiarezza: il dg del club rosanero non si sbottona, ma le parole rilasciate a PalermoToday sanno proprio d’addio. “Essendo in scadenza, Jajalo è sempre stato libero di trovarsi qualsiasi altra sistemazione - ha detto Lucchesi -. Certo, potevano anche metterci al corrente di tutto. Mi sono fatto un’idea su questa trattativa con l’Udinese”. 

Dopo 4 anni e mezzo si chiude l'avventura del centrocampista a Palermo. Arrivato in punta di piedi nel gennaio del 2015, mugugni dopo mugugni da parte del pubblico, Jajalo  pian piano è  riuscito a ritagliarsi il suo spazio da protagonista. Fino a indossare la fascia da capitano. Adesso il 31enne è pronto ad andar via. Per Jajalo si apriranno nuovamente le porte della massima serie: pronto un contratto triennale con l’Udinese con opzione per un’ulteriore stagione. “Detto sinceramente - dice Lucchesi - la società non è mai stata messa al corrente di tutto ciò. In fondo - confessa - ci può anche stare, perché il giocatore come ben sapete era in scadenza di contratto. Quella di voler aspettare il Palermo era solo e soltanto una scelta di Jajalo. Così come era una scelta di Jajalo e del suo entourage dirci che si era venuta a creare un certo tipo di situazione con un altro club. I giocatori – precisa – sanno che la società deve risolvere prima di tutto altre problematiche, come ad esempio il rebus allenatore”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sensazione è quella che l’approdo in Friuli del centrocampista bosniaco possa essere soltanto il primo di una lunghissima serie. Ad oggi infatti non è affatto da escludere un massiccio esodo di massa. Ma Lucchesi è sicuro: “Dispiace per Jajalo, così come per chiunque decida di non voler seguire la causa, ma tutto ciò non andrà minimamente a intaccare i piani della nuova proprietà. Il Palermo andrà avanti lo stesso. Ci sono dei giocatori - precisa Lucchesi - che stanno temporeggiando, Jajalo poteva anche aspettarci. Anche se è chiaro che non potevamo promettere a Jajalo ciò che magari gli offrono a Udine. Secondo me - conclude - questo accordo con l’Udinese era già stato trovato da tempo. Ma questa è soltanto una mia sensazione”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • In strada contro il Dpcm: ai Quattro Canti scoppia la guerriglia

  • Covid, via libera dalla Regione al disegno di legge per la ripresa delle attività economiche

  • Arancine, panelle e blatte: chiusa rosticceria abusiva nel cuore di Boccadifalco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento