Sport

Zamparini: "Tevez e Aguero i miei rimpianti, Miccoli ha dato tanto al Palermo"

Il presidente ai microfoni di SkySport: "Per loro due arrivai ad offrire ben quindici milioni di dollari. Colantuono voleva che vendessi Cavani, gli dissi che poteva andar via lui". Ecco la sua top 11...

Maurizio Zamparini

“I miei più grandi rimpianti? Aguero e Tevez. Per loro due arrivai ad offrire ben quindici milioni di dollari”. Senza peli sulla lingua il patron del Palermo Maurizio Zamparini, intervenuto quest’oggi ai microfoni di SkySport in occasione delle mille gare in Serie A del club rosanero.  Parole, al miele – alquanto inaspettate - anche per l’ex capitano Fabrizio Miccoli. “E’ stato sicuramente un giocatore molto importante per noi– racconta Zamparini - negli anni in cui è stato a Palermo ha dato tantissimo alla squadra”.

Una città che per molti anni ha avuto la fortuna di vedere indossare la maglia rosanero a giocatori importanti come Cavani, Dybala, Pastore e tanti altri campioni. Zamparini ha dunque voluto stilare la sua personalissima Top 11 affermando che “non ho mai avuto ottimi portieri. Per questo penso di inserire Posavec, che nonostante la sua giovane età sta già stregando chiunque. In difesa non posso non citare Barzagli, Grosso e Zaccardo. A centrocampo naturalmente Nocerino, Ilicic e Pastore. Il migliore in attacco è stato sicuramente Dybala, affiancato da Miccoli e Cavani”.

Proprio riguardo al giocatore uruguaiano l’imprenditore friulano ha svelato che “Colantuono voleva che lo vendessi in Inghilterra, più precisamente al West Ham. La mia risposta? Che per quanto mi riguarda poteva andarsene lui via da Palermo”. Zamparini, naturalmente, non poteva non parlare di un’annata magica in cui in panchina sedeva un certo Francesco Guidolin. “Con lui – dice – ho sicuramente costruito il miglior Palermo degli ultimi anni. Era esattamente tutto ciò che avevo sempre sognato. Una squadra giovane composta da ottimi talenti. Avevamo 5-6 nazionali di primissimo livello. Ricordo che nel girone di andata riuscimmo a totalizzare trentotto punti”.

Zamparini che ha poi voluto chiudere l’intervista lanciando un messaggio di augurio alla città. “Spero che presto possano arrivare degli investitori che portino la squadra a un certo traguardo”. E a proposito dei Cinesi il patron friulano ha affermato che “la trattativa è cominciata tre-quattro mesi fa e va in parallelo con altre trattative. Io nel frattempo non chiudo la porta a nessun altro, perché finché non è chiusa… Però a fine mese abbiamo un altro incontro: i cinesi hanno bisogno di più tempo per decidere, ma quando decidono, si tratta di un qualcosa di definitivo. Le loro disponibilità sono alte e vogliono investire nel calcio. Io mi auguro per il futuro del Palermo che entrino con me in società: le probabilità che oggi arrivino a Palermo i cinesi sono dell’80-90%. E’ una mia visione. Quello che mi interessa è che loro investano nel Palermo per portarlo avanti, costruendo sia il nuovo stadio che il centro sportivo. Il livello dovrà essere quello di una società medio-alta“.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zamparini: "Tevez e Aguero i miei rimpianti, Miccoli ha dato tanto al Palermo"

PalermoToday è in caricamento