rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Sport

Sognando Balotelli: Palermo, missione possibile a San Siro (con Bouy)

L'ex Juventus è stato convocato per la trasferta milanese. Ballardini: "SuperMario porterebbe entusiasmo, contro l'Inter voglio una squadra aggressiva"

A Palermo è scattata in questi ultimi giorni, la ‘Balotelli-mania’. In attesa di ulteriori sviluppi riguardo la trattativa del giocatore di proprietà del Liverpool, Davide Ballardini, intervenuto quest’oggi in conferenza stampa, ha voluto a tal proposito lanciare un messaggio: “Balotelli? Porterebbe entusiasmo, ma bisogna pensare solo ed esclusivamente ai giocatori del Palermo.

Dopo di che testa all’Inter, che domani giocherà per la prima volta in stagione davanti ai propri tifosi: “Il gruppo di De Boer sarà molto motivato. Dopo la sconfitta contro il Chievo l’Inter vorrà senz’altro riscattarsi. Non penso che i nerazzurri siano i principali antagonisti della Juventus, vedo maggiormente attrezzate Napoli e Roma. Noi siamo una squadra seria. Dovremo essere molto compatti. Mi aspetto dai miei ragazzi maggiore attenzione in fase realizzativa. Ho chiesto più spensieratezza in area di rigore avversaria. Dobbiamo essere bravi ad attaccare con più giocatori, altrimenti  sarà difficile riuscire a segnare. In poche parole, domani voglio vedere un Palermo aggressivo”.

La partita contro il Sassuolo ha dato certezze per quanto riguarda il reparto difensivo: “In difesa abbiamo giocato una buona partita. Siamo stati attenti per 90’ e se non fosse stato per il rigore concesso al Sassuolo, avremmo potuto anche pareggiare. Quaison prima punta? Lo svedese non si è trovato particolarmente a proprio agio nel ruolo di falso nueve. Improbabile, dunque, rivederlo in quella zona del campo”. Il tecnico ravennate ha poi voluto chiarire il discoro legato ai tanti giovani del Palermo. “Bentivegna, così come Sallai e tanti altri, è un ottimo giocatore. Non bisogna però addossare troppe pressioni a dei giovani calciatori che in questo momento della loro carriera, non possono e non devono certo fare la differenze in un club come quello rosanero. Il loro compito è darci una mano e finora l’hanno fatto in maniera ottimale”.  

Chi invece dovrebbe essere in grado di fare la differenza è Oscar Hiljemark. Davide Ballardini si aspetta qualcosa in più dal centrocampista svedese, che l’anno scorso proprio a San Siro - seppur contro il Milan -  ha siglato la sua prima doppietta nella massima serie: “Hiljemark è bravo, il Palermo si aspetta molto da lui. Dovrebbe essere meno discontinuo e far vedere partita dopo partita tutte le sue qualità”.

Prima convocazione invece per Ouasim Bouy. Il centrocampista olandese nonostante sia arrivato in Sicilia l’altro ieri, partirà comunque con i suoi nuovi compagni. “È presto per parlare di Bouy. Non ho avuto modo di osservarlo attentamente. Verrà a Milano con noi, improbabile comunque un suo esordio a San Siro”.  L’appuntamento è fissato per domani alle 18. Battere l’Inter sarà senz’altro un'impresa difficile ma non impossibile.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sognando Balotelli: Palermo, missione possibile a San Siro (con Bouy)

PalermoToday è in caricamento