Sport

"Noi fratelli del mondo": Inter campus in via Dante (con i tecnici della Fiorentina)

Una due giorni di calcio e integrazione: hanno partecipato oltre cento tra bambini e adolescenti di diverse età, etnie e religioni

Calcio e integrazione. Grazie a Inter campus e gli allenatori del settore giovanile della Fiorentina il giardino vicino alla scuola 'Ievolella' e al Centro per l’istruzione degli adulti (Cpia) di via Dante ha ospitato le rappresentanze di due grandi del calcio italiano. Hanno partecipato oltre cento tra bambini e adolescenti di diverse età, etnie e religioni all'insegna dei valori dello sport. Il progetto è nato dall’idea dell’onlus Beyond Lampedusa fondata da Clementina Cordero di Montezemolo. L’obiettivo è l’integrazione fra bambini palermitani e stranieri.

L'evento si è snodato in due giorni: 18 e 19 luglio. "Le attività svolte - si legge in una nota - sono state sportive perché Inter Campus realizza dal 1997 interventi sociali e di cooperazione flessibili e a lungo termine, in 29 Paesi del mondo con il supporto di 200 operatori locali, utilizzando il gioco del calcio come strumento educativo per restituire ogni anno a bambine e bambini bisognosi tra i 6 e i 13 anni di età il Diritto al Gioco".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Noi fratelli del mondo": Inter campus in via Dante (con i tecnici della Fiorentina)

PalermoToday è in caricamento