menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il palermitano Giovanni Ignoffo esonerato dall'Avellino: al suo posto Eziolino Capuano

Dopo quattro sconfitte salta l'ex difensore rosanero. Polemico il direttore tecnico: "L'avevo scelto io, sono assolutamente consapevole di avere fatto una figuraccia"

Il palermitano Giovanni Ignoffo non è più l'allenatore dell'Avellino (Serie C) e ha affidato a Facebook i suoi commenti dopo l'avvicendamento con Eziolino Capuano: "Voglio ringraziare le persone che fin qui mi hanno dato l'occasione di allenare l'Avellino Calcio, in primis la proprietà, il direttore tecnico Di Somma e di seguito tutte le persone che sono state al mio fianco (il team manager, l'ufficio stampa, i massaggiatori, i dottori, il magazziniere e tutto lo staff) per costruire e avverare un sogno, un obiettivo raggiungibilissimo. Un grazie particolare al gruppo, una squadra che mi ha sempre seguito e dimostrato grande attaccamento. Grazie Avellino, sarò sempre il primo tifoso, che vuole il bene di questa squadra e di questa città".

E il direttore tecnico Salvatore Di Somma, ai microfoni di SportChannel, ha parlato di queste turbolente ore concluse con l'esonero di Ignoffo: "E' stata una mia decisione, mi assumo tutte le responsabilità. Ieri eravamo orientati alla riconferma di Ignoffo, poi c'è stato un ripensamento. Capuano si è accontentato della nostra offerta. C'era una rimanenza della fideiussione e l'abbiamo utilizzata. Sono assolutamente consapevole di avere fatto una figuraccia con Ignoffo, che incontrerò a breve. Resteranno Cinelli, Pagotto e il resto dello staff, andrà via soltanto Ignoffo. Questo esonero è una mia sconfitta. Dopo quattro sconfitte dovevamo dare una svolta, uno scossone e ritrovarci tutti. Sono convinto che Capuano è la soluzione migliore per ripartire".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento