Giovedì, 18 Luglio 2024
Sport

Il centrocampo formato Atalanta regala gol, assist e pressing ai rosa

L'ex nerazzurro Barreto ha trovato la prima rete con la maglia del Palermo. Così come Donati che aveva giocato a Bergamo insieme a Migliaccio nel 2006-2007. Mutti sembra aver trovato la soluzione definitiva in mezzo

Donati regista impeccabile, Migliaccio a mordere caviglie, Barreto molto alto ad aggredire e a cercare la porta. Mutti sembra aver trovato la quadratura del cerchio. Del centrocampo e con esso di tutta la squadra. E ieri dalla mediana tutta ex Atalanta sono arrivati anche i primi due gol della partita. Due reti pregevoli che hanno spaccato la partita e che non sono frutto del caso.

LE PROVE DI BARRETO. Edgar Barreto non è un centrocampista col vizio del gol, ma da fuori ci sa fare. L'anno scorso all'Atalanta, spesso tirava le punizioni, quando Cristiano Doni era assente, ma anche quando il capitano dei bergamaschi era in campo. Come col Padova. Interno collo a giro sopra la barriera e palla alle spalle di Agliardi. Poi bis col Sassuolo. A Palermo, nelle prime giornate, si chiedevano perché tirasse raramente dalla distanza. Poi è arrivato Mutti, il paraguaiano ha cominciato a provare e riprovare alla fine degli allenamenti a Boccadifalco. E ieri finalmente ha trovato il gol numero uno in rosanero. Oltre a una prestazione coi fiocchi, impreziosita dall'assist delizioso per Budan, guarda caso, altro vecchio atalantino.

L'INTESA DONATI-MIGLIACCIO. E se Budan e Barreto non sono stati compagni nelle loro esperienze orobiche, Migliaccio e Donati invece hanno indossato per un anno insieme la maglia della Dea, nella stagione 2006-2007. Forse anche per questo i meccanismi nel cuore del gioco rosanero stanno cominciando a filare via lisci. L'ex regista del Bari, accolto con parecchio scetticismo, ha smentito chi non credeva in lui a partire dal debutto al Barbera col Genoa. Anche in quella partita centrocampo a tre formato Atalanta, anche quel giorno cinque gol. Uno dei quali firmato da Migliaccio. Perché Mutti lo ha sempre detto: "So che Giulio può fare anche il difensore, ma è imprescindibile lì in mezzo". I risultati gli stanno dando ragione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il centrocampo formato Atalanta regala gol, assist e pressing ai rosa
PalermoToday è in caricamento