rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Sport

Cannatella vicecampione europeo al campionato europeo taekwondo a Rodi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il 7 maggio scorso, il giovanissimo atleta palermitano ha conquistato la medaglia d'argento nella categoria cadetti nel corso della prestigiosa competizione internazionale che ha visto sfidarsi i migliori atleti delle nazionali europee di Taekwondo del settore forme (Poomsae in coreano). L'evento che si è svolto nell'isola di Rodi, in Grecia, ha avuto una visibilità mondiale per tutti gli appassionati di questo sport e non solo, dal momento che è stata la prima occasione per vedere il Taekwondo on the beach, una nuova forma di competizione che si svolge, per l'appunto, sulla spiaggia ed unisce la spettacolarità e la serietà di questa arte marziale con il divertimento, l'allegria e le location tipiche degli sport estivi. La nazionale italiana, guidata dal celebre Maestro Notaro si è distinta in tutte le discipline portando a casa molte medaglie e parecchi podi. Oltre all'argento individuale di Giuseppe Cannatella, deve sottolinearsi il terzo posto italiano del trio Sampognaro, Notaro, Botrugno nel primo mondiale di beach Taekwondo, l'argento nella categoria master del Maestro Notaro e il bronzo individuale di Michelangelo Sampognaro (altro atleta palermitano) nella categoria junior.

Indescrivibile la gioia dei genitori del ragazzo e dei maestri della A.S.D. Taekwondo Sport Academy che con costanza e dedizione hanno seguito passo dopo passo la crescita fisica e la carriera sportiva dell'atleta accompagnandolo fin da bambino nel corso delle ormai innumerevoli vittorie dei vari campionati interregionali, passando per la medaglia d'oro dello scorso campionato italiano fino all'argento europeo di qualche settimana fa. Grande anche la soddisfazione del Maestro Notaro, da anni punto di riferimento della nazionale italiana del settore forme di Taekwondo, il quale ha apprezzato e premiato il ragazzo convocandolo per questa competizione così importante e caricandolo di responsabilità: la sua fiducia ben riposta è stata sicuramente ripagata e l'abbraccio finale fra maestro ed allievo esprime perfettamente le emozioni che si provano in queste occasioni, lasciando al cuore ciò che le parole non possono dire! Questa esperienza rappresenta il trampolino di lancio per Giuseppe, il quale col tempo dovrà confermare, insieme ai suoi maestri Marco Pitti, Rosy Ventimiglia e Francesco Gallitano, di essere all'altezza delle aspettative e di poter rappresentare un faro per la sua nazionale e per il Taekwondo mondiale portando con sé la Sicilia, e portando la Sicilia sempre più in alto nello sport mondiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cannatella vicecampione europeo al campionato europeo taekwondo a Rodi

PalermoToday è in caricamento