Due giocatori del Potenza positivi al Coronavirus, partita col Palermo a rischio?

La comunicazione della società rossoblu: "Attivate tutte le procedure previste dal protocollo in vigore, predisponendo la quarantena per la squadra come da indicazioni dell’Asp". Poco prima aveva parlato Boscaglia: "Ai tifosi dico di avere pazienza”

Il Barbera vuoto

Dopo la Serie A, il Covid torna a farsi sentire anche in C. Due tesserati del Potenza (prossimo avversario del Palermo) sono risultati positivi al Coronavirus. A renderlo noto è stata proprio la società rossoblu, attraverso un comunicato diffuso sui propri canali ufficiali. "Il Potenza Calcio - ha annunciato qualche istante fa la società - rende noto che al termine dell’elaborazione dei tamponi effettuati ieri venerdì 2 ottobre 2020, sono risultati positivi al Covid-19 due tesserati. La Società ha tempestivamente attivato tutte le procedure previste dal protocollo in vigore, predisponendo la quarantena per tutto il gruppo squadra a seguito delle indicazioni fornite dall’Asp regionale. Il Club fornirà prossimi aggiornamenti dettati dell’evoluzione della situazione”.

C’è apprensione dalle parti di viale del Fante. Anche se poco prima Boscaglia in conferenza (ignaro di quanto sta accadendo a Potenza) si è focalizzato solo sulla parte sportiva: “Pretendo dei miglioramenti da parte del gruppo. Ai tifosi dico di avere pazienza”. Per il primo appuntamento della stagione al Barbera, domani pomeriggio alle ore 15, si ripartirà da qualche conferma e da qualche assenza di lusso. Spinge la linea verde fra i rosanero: in attacco Silipo insidia Valente, in difesa invece Corrado potrebbe relegare in panchina persino Crivello. Somma si colora di rosanero ed è subito arruolabile dal primo minuto. Domani l’ex Deportivo sfiderà il papà, Mario, tecnico del Potenza.

“E’ giunto il momento di vedere qualche piccolo miglioramento”, parola di mister Boscaglia. Che domani (sempre che si scenda in campo) vorrebbe tanto agguantare i primi tre punti della stagione, per poi continuare a lavorare durante la settimana con maggiore serenità. “Penso che sia normale  – ha detto il tecnico rosanero in sala stampa – che rispetto a sette giorni fa mi aspetto i progressi che si aspetterebbe ogni allenatore dopo la prima partita, ossia di avere più minuti sulle gambe e migliorare nelle distanze e nelle misure che per tanto tempo sono mancate alla squadra. Ricordiamoci che questi ragazzi sono stati a lungo senza allenarsi e senza giocare. Da pochi giorni siamo in 20 o giù di lì e siamo riusciti a fare esercitazioni a tutto campo”.

Guai però a parlare di “partita fondamentale”, ha voluto precisare Boscaglia ai cronisti ‘presenti’ alla conferenza. "Non può esserlo, siamo soltanto alla seconda giornata di campionato. È chiaro – spiega - le gare sono tutte importanti e giocheremo per vincere, ma questa non sarà determinante per il nostro futuro. Faremo di tutto per portare a casa i tre punti, abbiamo rabbia e consapevolezza dei nostri mezzi. Dobbiamo essere bravi a capire quale partita ci aspetterà senza l'assillo della vittoria. Poi giocheremo contro un Potenza che si presenta da solo dopo quanto fatto vedere domenica scorsa col Catanzaro. Sono una squadra brillante che sta bene fisicamente e lotta su ogni pallone. Lavorano molto in verticale e sono liberi di testa, un buon mix tra giovani e veterani e quindi dovremo stare molto attenti". Ci dispiace soltanto non poter avere i nostri tifosi, o comunque una parte di loro, al nostro fianco”.

Dunque sarà in un Renzo Barbera deserto che Boscaglia si augura di andare incontro ai primi positivi segnali di questa stagione. Si riparte dal 4-2-3-1. “Anche perché - spiega Boscaglia -  se cambiassi modulo adesso sarei semplicemente un folle e spero di non esserlo dato che stiamo lavorando su alcuni principi. Arriviamo da una sconfitta che ci può stare perché abbiamo affrontato una signora squadra. Per vedere il vero Palermo bisognerà aspettare ancora un po', serve capire e valutare tante cose. Stiamo conoscendo i nostri giocatori e capendo come si integrano tra di loro. Dobbiamo essere bravi a non perdere troppo terreno, poi vedremo cosa accadrà. Sarebbe stupido da parte mia dire che vedrete a breve il vero Palermo, la condizione te la dà la partita. Ci sono giocatori infortunati e alcuni fuori condizione, l'obiettivo è diventare squadra nel giro di poco tempo; dobbiamo essere bravi. Stiamo lavorando e vedo tantissimo impegno da parte di tutti".

Qui Palermo

E se in campo domani scendesse l’ultimo arrivato in ordine cronologico, Michele Somma? Un quesito a cui Boscaglia ha in parte risposto in conferenza, affermando che l’ex Deportivo, essendo arrivato in gran forma, molto probabilmente possa iniziare questa sua esperienza in Sicilia da titolare, sotto gli occhi del papà, Mario, tecnico proprio del Potenza. Se a destra c’è Somma, a sinistra invece potrebbe non esserci il palermitano Crivello. Al suo posto Boscaglia studia l’alternativa Corrado, giovane scuola Inter subentrato proprio a Crivello in Abruzzo settimana scorsa. Inamovibili invece sia Odjer che Palazzi a centrocampo, bravi entrambi (soprattutto nel primo tempo) ad attutire le manovre offensive del Teramo. Soltanto panchina per Broh. Il quartetto offensivo invece subirà qualche lieve modifica: Silipo insidia Valente e la sensazione è che questa volta il gioiellino scuola Roma possa partire davanti. Floriano a sinistra e Kanoutè dietro l’unica punta: il palermitano Saraniti. 

Qui Potenza 

Attenzione al Potenza di Mario Somma. Una squadra vivace e in salute, che all’esordio ha messo sotto una corazzata come il Catanzaro, imponendosi per 2-1. Segnali incoraggianti che il tecnico rossoblu vorrà senz’altro rivedere domani pomeriggio al Barbera. Unica punta il bomber Salvemini, andato già in rete domenica scorsa.  

Le probabili formazioni di Palermo-Potenza

PALERMO (4-2-3-1): Pelagotti; Somma, Lancini, Marconi, Corrado (Crivello); Palazzi, Odjer; Valente (Silipo), Kanoute, Floriano; Saraniti
POTENZA (4-2-3-1): Brescia; Panico, Conson, Boldor, Zampa; Sandri, Iuliano; Volpe, Ricci, Di Livio; Salvemini. All. Somma
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Utile come un termometro, aiuta a scoprire le polmoniti: perché comprare un saturimetro

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

Torna su
PalermoToday è in caricamento