menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una delle tante prodezze di Sorrentino: le parate del capitano non sono bastate a evitare il tracollo

Una delle tante prodezze di Sorrentino: le parate del capitano non sono bastate a evitare il tracollo

Genoa-Palermo 4-0, notte fonda al Marassi: cronaca, commenti e pagelle

Parte male la nuova era rosanero. Non bastano i capolavori di Sorrentino: Grifone in vantaggio a inizio gara con il gol di Suso, poi doppio Pavoletti e Rincon

Preso a schiaffi e a pallonate. Tagliato a fette dalla tramontana ligure e dagli attaccanti del Genoa, il Palermo vive il giorno peggiore della sua stagione. Il mezzogiorno del Marassi sembra l'arena dei toreri alle cinque del pomeriggio. Nella corrida rossoblù il Palermo viene rullato da una squadra data in crisi profonda fino a pochi giorni fa dopo sei sconfitte consecutive. Una partita nata male, col gol di Suso, e chiusa dall'affronto (involontario) di Celi di Campobasso. L'arbitro non aspetta neanche che passi il minuto 90. Fischia in anticipo per evitare ulteriori guai al Palermo mentre il pubblico di casa è in visibilio. Nel mezzo c'è il romanzo di una umiliazione sportiva. L'esaltazione dell'idolo di casa, Pavoletti, che timbra una doppietta nell'ultimo spicchio di gara, con una torsione di testa leggiadra e con una mezza rovesciata poi, e la sublimazione della confusione zampariniana.

Da una parte c'è una squadra che sa sempre cosa deve fare, telecomandata in panca da Gasperini (tenuto al riparo dal licenziamento nonostante le sconfitte in serie), dall'altra c'è una squadra disorientata, con un allenatore (nuovo ma già declassato) in panchina e un altro in tribuna, appena sbarcato in Italia e al primo approccio con la serie A. Torna a casa frastornato e imbarazzato il Palermo, piallato al Marassi da un avversario più in forma e più organizzato. La nuova era non poteva iniziare peggio. Ma forse la nuova era non è ancora cominciata. Perché l'alba rosanera di Schelotto si materializzerà tra sette giorni, con l'Udinese.

Viviani, intanto, aveva deciso di seguire la linea tracciata da Ballardini. E cioè Gilardino in panchina e Maresca fuori. Difesa a 3 con Andelkovic, Jajalo in regia e Morganella confermato sulla fascia. In mezzo anche Cristante, al debutto da titolare (va rivisto, match troppo complicato per lui). Il problema del Palermo è che la partita si è messa male sin dall'inizio. Pronti via, e retroguardia rosa subito in bambola. Perotti ha seguito il taglio di Suso, che ha bruciato Gonzalez e ha fulminato Sorrentino. Il Palermo s'è apparentemente svegliato subito dopo, vivendo il momento migliore della sua partita, ma la sua reazione si è esaurita con una conclusione di Vazquez di poco a lato. Reazione durata un quarto d'ora. Da lì in poi è solo un monologo genoano. Il Grifone è stato bravo a contenere le sterili iniziative rose e si è fatto sempre più minaccioso dalle parti di Sorrentino. Autore di almeno sei parate capolavoro. L'equlibrio è durato più o meno un'ora. Fino a quando cioè Andelkovic si è fatto cacciare da Celi per un doppio giallo. E' lì che è calato il sipario. Perché l'1-0 Genoa si è trasformato in goleada, con i graffi di Pavoletti, Rincon e ancora Pavoletti. Notte fonda a Marassi.

TABELLINO
GENOA 4. Perin 6, Munoz 6, Burdisso 6,5, Izzo 6,5; Ansaldi 7,5, Rincon 7 (77' Dzemaili s.v.), Rigoni 6,5, Laxalt 6,5, Suso 7 (60' Capel 6,5), Pavoletti 8, Perotti 7. Allenatore: Gasperini 7.

PALERMO 0. Sorrentino 7,5, Goldaniga 5,5, Gonzalez 5, Andelkovic 4,5, Morganella 6, Hiljemark 5; Cristante 5,5 (68' Balogh 5,5), Jajalo 5,5, Lazaar 5,5; Vazquez 6, Djurdjevic 5 (62' Gilardino 6). Allenatore: Viviani 5
Arbitro: Celi 6.
Reti: 4’ Suso, 71' Pavoletti, 75' Rincon, 89' Pavoletti.
Ammoniti: Gonzalez, Rigoni (P), Burdisso (G). Espulso: Andelkovic (P)

CRONACA E TABELLINO

LE PAGELLE 
I MIGLIORI TODAY
SORRENTINO 7,5. Parate in serie, per 70 minuti tiene in piedi il Palermo. In condizioni mostruose, capitola solo sulle conclusioni imparabili. Il portiere più in forma del campionato insieme ad Handanovic.
VAZQUEZ 6. L'unico del Palermo che ci prova. Sua la conclusione che sfiora il palo alla sinistra di Perin a metà primo tempo. Predica nel deserto, la sua insolenza non deve ingannare oggi.

I PEGGIORI TODAY
ANDELKOVIC 4,5. Saltato e torellato, va in confusione e fa affondare i compagni facendosi buttare fuori dall'arbitro.
GONZALEZ 5.. Passo indietro rispetto alle ultime partite. Ma forse c'è da capirlo. Si trova di fronte l'avversario peggiore del momento: Pavoletti, il migliore della serie A tra gli umani (Higuain è di un'altra specie).
DJURDJEVIC 5..Chi l'ha visto?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento