Sport

Capolavoro Dybala, poi il Palermo sbatte su Perin: col Genoa è 1-1

Rosanero subito in vantaggio con uno splendido tiro a giro dell'argentino, poi pareggia Antonelli (correggendo una conclusione di Bertolacci). Nel finale pressione dei padroni di casa, ma sono stati i ragazzi di Iachini a sfiorare più volte il colpo grosso

Solo le mani di Perin hanno fermato un Palermo sempre più bello. Col Genoa che in caso di vittoria si sarebbe issato al terzo posto, i rosanero sfoggiano l'ennesima prova coraggiosa, rischiando pure di perdere ma dimostrando che sì, in fondo questa squadra se la può giocare con tutti i terrestri. Al Marassi finisce 1-1, ma è stato un pari pirotecnico. Il solito immenso Dybala aveva aperto le danze con un gol da sballo: finta a rientrare da fantascienza su Burdisso, palla accomodata sul sinistro e tiro a giro - simil Cesena - che s'è infilato all'incrocio dei pali, sfuggendo agli artigli audaci di Perin. Proprio il portierino - reduce da un'esperienza da dimenticare con l'alcol test - ha tenuto in piedi le velleità del Genoa. Almeno tre parate miracolose per scongiurare il primo blitz vittorioso del Palermo nella tana dei grifoni. Impresa mai riuscita nella storia.

VIDEO: GOL E HIGHLIGHTS

Partita tutt'altro che inquadrabile, emozioni a gogò dal primo minuto all'ultimo. Il Palermo è passato quasi subito con Dybala, migliore in campo ancora, poi ha sfiorato il 2-0 col prodigio argentino, quindi s'è fatto raggiungere da una conclusione cesellata da Bertolacci e Antonelli. Tutto nel primo tempo. Sul pareggio genoano pesano le topiche di Morganella e Maresca: il primo si fa uccellare da Antonelli, il secondo perde una palla sanguinosa in una zona del campo in cui sbagliare non si può. La sfida è rimasta viva perché il Palermo non ha offerto il fianco ai fulmini del Genoa. Anzi, nella ripresa è stato capace di cucinare il colpaccio. Il palo ha detto no a Vazquez. Poco prima Quaison aveva trovato i guanti di Perin su un colpo di testa ravvicinato. Forse la miglior palla gol del Palermo. Pinilla, a porta vuota, ha invece divorato la palla del 2-1.

TABELLINO E CRONACA

Bene la difesa rosanero, nella quale ha giganteggiato Gonzalez: rimbalzati Matri e Pinilla. Male gli esterni, troppo in difficoltà con i "colleghi" avversari. Perotti, insieme ad Antonelli, ha messo in croce Morganella. Lazaar dopo un inizio boom s'è sgonfiato. Il centrocampo ha retto l'urto avversario, senza però regalare guizzi. Maresca ha giocato al piccolo trotto (in calo rispetto alle ultime apparizioni) mentre Vazquez ha regalato solo lampi isolati (anche se il palo sta ancora tremando) e non è riuscito a ispirare Dybala, sempre più uomo squadra, nettamente una spanna sopra i suoi compagni. Il Palermo prosegue la sua striscia: raggiunge il Verona, salendo a quota 14 e soprattutto conquista l'undicesimo punto nelle ultime sei partite. Senza paura e senza limiti.

LE PAGELLE
GENOA:
Perin 7,5; Roncaglia 6, Burdisso 5,5, Marchese 6; Edenilson 6,5, Greco 6, Bertolacci 6,5 (84' Kucka s.v.), Antonelli 6,5; Iago Falque 5 (45' Pinilla 6), Matri 5,5 (59' Fetfatzidis 5,5), Perotti. 7 A disp: 23 Lamanna, 39 Sommariva, 3 Antonini, 5 Izzo, 16 Lestienne, 38 Mandragora, 87 Rosi, 92 Mussis. All: Gian Piero Gasperini.
PALERMO: Sorrentino 6,5; Munoz 6,5, Gonzalez 7, Andelkovic 6; Morganella 5,5, Barreto 6, Maresca 5 (89' Ngoyi s.v.), Chochev 6 (66' Quaison 5,5), Lazaar 6; Vazquez 6 (82' Belotti sv), Dybala 7,5. A disp: 1 Ujkani, 2 Vitiello, 3 Pisano, 10 Joao Silva, 13 Emerson, 14 Della Rocca, 19 Terzi, 23 Feddal, 33 Daprelà. All: Giuseppe Iachini.

I MIGLIORI
Dybala 7,5:
Meriterebbe forse 8 ma sul suo giudizio pesa quell'errore davanti a Perin. Poteva premere il grilletto del 2-0, invece - dopo essersi bevuto Burdisso - s'è squagliato davanti al portiere avversario. Ma nella sua partita c'è soprattutto molto altro. Il gol e tante magnifiche giocate sparse qua e là.
Gonzalez 7: Partita monstre. Non sbaglia nulla, distribuisce chiusure in ogni dove. Non trema neanche nei minuti più caldi. Acquistone.
Munoz 6,5: Prova sicura, rischia di andare in panne solo sul finale ma regge. Qualche rischio a pochi secondi dal triplice fischio, quando frana su Pinilla. Graziato dall'arbitro.

I PEGGIORI
Maresca 5
: Poco fosforo, leggerezza fatale sull'1-1 Genoa: stoppa un pallone da spedire in tribuna, apparecchiando la conclusione di Bertolacci.
Morganella 5,5: Quanta sofferenza con Perotti e Antonelli. Centrifugato dalla furia rossoblù, sbaglia anche gli appoggi e si fa uccellare da Antonelli nel momento clou.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capolavoro Dybala, poi il Palermo sbatte su Perin: col Genoa è 1-1

PalermoToday è in caricamento