menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gennaro Ruggiero, all'esordio contro il Genoa - foto Fucarini

Gennaro Ruggiero, all'esordio contro il Genoa - foto Fucarini

Un 2000 nella storia: il Palermo butta nella mischia Ruggiero a 17 anni

Esordio assoluto in A per il baby campano: Bortoluzzi lo ha pescato direttamente dagli Allievi, "scavalcando" gli altri gioielli della Primavera, come i centrocampisti Ambro - già convocato in Nazionale - e Santoro, miglior giocatore del Viareggio. Il club pagherà anche un premio alla società d'origine

Una vita da mediano ancora tutta da costruire. Il primo mattone, Gennaro Ruggiero, l'ha messo ieri. Ed è un mattone che vale la storia. Perché il baby campano - che ha debuttato contro il Genoa - è il primo 2000 del Palermo a disputare una partita ufficiale. Il terzo in assoluto nella nostra Serie A, dopo Kean (della Juventus) e Pellegri (Genoa, che ieri ha visto la partita del Barbera seduto in panchina). “E’ stata una bellissima partita - ha raccontato Ruggiero ai microfoni del sito ufficiale del Palermo al termine del suo primo match -. Non credevo di fare questa prestazione e di dare tutto quello che mi chiedeva il mister. Mi sono messo a disposizione per la squadra“.

Una partita memorabile, che è piaciuta a tutti. Al punto che oggi i giornali l'hanno promosso. Ruggiero ha strappato ovunque la sufficienza. A dargli una mano, in questa importante tappa della carriera, è stato un certo Diamanti, compagno di 17 anni più vecchio. “Sono rimasto sorpreso - confessa Gennaro - ma questa emozione l’ho gestita nel migliore dei modi grazie anche a Diamanti che mi ha preso in camera sua, mi ha parlato per molto, mi ha fatto stare sereno e infatti in campo sono andato spensierato. Questo esordio in Serie A lo dedico alla mia famiglia che sin da piccolo non mi ha mai fatto mancare nulla: l’affetto dei miei familiari è stata la mia forza. Spero di stare sempre a disposizione della squadra, cercare di fare sempre il massimo e sfruttare al meglio queste due settimane per migliorare e crescere. Poi ci saranno i quarti di finale con il Palermo Under 17 e lì vorrò essere preparatissimo“.

La scelta di Bortoluzzi ha spiazzato tifosi e addetti ai lavori. Nessuno si aspettava di trovare il nome di Ruggiero tra i titolari. Poi sono arrivate le distinte ufficiali e in tanti (tra i pochi presenti) si sono chiesti: "E questo chi è?". La sorpresa sta anche nel fatto che Ruggiero gioca negli Allievi ed è stato catapultato tra i grandi, "scavalcando" i ragazzi della Primavera. Due gioiellini, per dire, aspettano ancora la convocazione: su tutti chiederebbero spazio Danilo Ambro, classe '99, playmaker e faro della formazione di mister Bosi e già convocato dalla Nazionale Under 18; e Simone Santoro, talentino cresciuto nel Borgo Nuovo e premiato come miglior giocatore del Torneo di Viareggio 2016. Entrambi centrocampisti, come Gennaro Ruggiero. Ma che - a differenza del diciassettenne che ieri ha assaggiato la A - provengono dal settore locale di "casa".

Sì, perché - infine - c'è anche da considerare questo aspetto: il Palermo, facendo debuttare Ruggiero, sarà costretto a pagare un premio di varie decine di migliaia di euro alla squadra napoletana che ha cresciuto il ragazzo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento