menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Davide Ballardini

Davide Ballardini

Frosinone-Palermo, al Matusa l'ultimo treno salvezza: le probabili formazioni

Fuori Struna, dentro Rispoli, Brugman e Gilardino. Ballardini si gioca tutto in Ciociaria. I rosa hanno l'obbligo di scollinare indenni questo turno: il finale è meno proibitivo rispetto alle rivali

Penultimo a quattro giornate dalla fine, con lo scontro diretto da giocare fuori casa e la trasferta di Firenze al penultimo turno, crocevia disperato che profuma di triste deja vu (ovvero retrocessione nel 2013). Con l'acqua alla gola, il Palermo viaggia verso la Ciociaria con una valigia piena di angoscia. Rinviare l'appuntamento con i tre punti, roba che si ripete da gennaio, significherebbe salutare la serie A. Situazione inevitabile per una squadra che ha dimenticato come si vince. Eppure tre mesi fa il Palermo di Schelotto aveva la salvezza in tasca, e quel pareggio a Modena con il Carpi, fu valutato come un brodino salutare. 

LA FORZA DEL MATUSA - Dilaniato dalla valanga di esoneri, impoverito dal mercato invernale, il Palermo si aggrappa alle pochissime certezze rimaste. Vazquez è tornato al gol, seppure dal dischetto, e Gilardino smania per tornare dall'inizio. C'è da contenere la furia del Frosinone, che nel suo stadio ha costruito le speranze salvezza. I canarini, a differenza del Carpi, possono contare sul "Matusa", impianto che ha un cuore e un'anima, a differenza del "Braglia" di Modena, nel quale la banda di Castori è soltanto ospite.

IL CALENDARIO - Il rush finale vede il Palermo svantaggiato ma ancora in corsa. Ormai fuori dai giochi il Verona, il Carpi ha guadagnato altro ossigeno dopo il pari con il Milan. Il prossimo turno vede gli emiliani impegnati in casa con l'Empoli: Castori potrebbe approfittare dello scontro diretto di Frosinone. Poi il Carpi giocherà allo Juventus Stadium, con la Lazio in casa, per poi chiudere in Friuli. Stellone, dopo il Palermo, va a giocarsela in casa del Milan, quindi Sassuolo dentro e Napoli fuori. Meglio il Palermo: dopo il "Matusa" ci sono Samp e Verona al Barbera, intervallate dalla trasferta di Firenze.

QUI PALERMO. Ballardini rispolvera il 4-3-1-2 nel quale non troverà posto Struna, disastroso contro l'Atalanta (gol a parte), per squalifica. C'è Rispoli a destra, mentre al centro il dubbio è tra Goldaniga e Andelkovic. Lazaar dovrebbe prendere il posto a sinistra, dopo la zoppiccante prova di mercoledì di Pezzella. Brugman dietro Vazquez e Gilardino. In mezzo ancora Jajalo, Chochev e Hiljemark.

I CONVOCATI - Sono 25 i giocatori convocati. Questo l'elenco completo: Portieri: Alastra, Posavec, Sorrentino. Difensori: Andelkovic, Cionek, Goldaniga, Gonzalez, Lazaar, Morganella, Pezzella, Rispoli. Centrocampisti: Brugman, Chochev, Cristante, Hiljemark, Jajalo, Maresca, Quaison. Attaccanti: Balogh, Bentivegna, Djurdjevic, Gilardino, La Gumina, Trajkovski, Vazquez.

QUI FROSINONE. Stellone cercherà fino alla fine di recuperare Dionisi. Con lui in campo i ciociari passerebbero al 4-4-2 (l'altra punta è Ciofani). Fuori per squalifica Ajeti e Chibsah. In difesa si rivede dall'inizio Blanchard. Sammarco si gioca il posto con Frara.

PALERMO. Sorrentino; Rispoli, Gonzalez, Goldaniga, Lazaar; Hiljemark, Jajalo, Chochev; Brugman; Vazquez, Gilardino.

FROSINONE. Leali; Rosi, Russo, Blanchard, Pavlovic; Frara, Gori, Gucher; Paganini, Ciofani, Kragl.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento