menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Buon compleanno Palermo, De Grandi firma un francobollo per il 120° anniversario

L'artista, figlio dell'ex calciatore e allenatore Ninetto De Grandi, ha realizzato un'opera a tiratura limitata che raccoglie alcuni elementi iconici e storici della società rosanero. Stamattina alle Poste la presentazione e l'annullo filatelico

Tanti auguri Palermo. Risale al lontano 1900 la fondazione della società rosanero che oggi arriva a cifra tonda e si appresta a spegnere - seppure con la mascherina - ben 120 candeline di una storia a tinte rosa e nero. In attesa di aprire ufficialmente le porte del primo Museo di proprietà del club rosanero, per celebrare questo anniversario, il Palermo si è affidato alle sapienti mani di Francesco De Grandi, artista e docente all’Accademia di Belle Arti, ma anche figlio dell'indimenticabile giocatore e storico allenatore del club rosanero, Ninetto. De Grandi ha realizzato un francobollo a tiratura limitata.

Nasce il Palermo Musuem | VIDEO

“Un francobollo che – si legge sul sito ufficiale - racchiude in pochi centimetri gli elementi iconici della storia rosanero, elegantemente rappresentati nel disegno realizzato apposta per l’occasione dall’artista Francesco De Grandi. Protagonisti del disegno, dunque, lo stadio Renzo Barbera, l’aquila e i giocatori: due sagome danzanti che evocano le incisioni rupestri delle grotte palermitane dell’Addaura, per suggerire ciò che di più arcaico c’è nell’idea dell’agonismo e della celebrazione della bellezza del corpo che compie il gesto atletico”.

Insieme al francobollo è stata realizzata anche una serie di prodotti filatelici da collezione che sono già destinati a diventare vere e proprie rarità per tifosi e appassionati di filatelia. Tutti i prodotti, a tiratura limitata, sono raccolti in una speciale cartella in formato A4 a 3 ante (costo 18 euro), contenente una cartolina affrancata e obliterata, un francobollo, una tessera filatelica, una busta personalizzata, affrancata e obliterata, e una quartina di francobolli. Disponibile anche il prestigioso bollettino illustrativo con la descrizione dettagliata del francobollo e un testo celebrativo firmato dal presidente del Palermo Dario Mirri. Prodotti che potranno essere acquistati, fino a esaurimento disponibilità, presso gli uffici postali con sportello filatelico e gli spazi filatelia di tutta Italia (info su filatelia.poste.it), ma anche online nella stessa sezione filatelia del sito di Poste Italiane.

Lo stesso Francesco De Grandi ha poi voluto spiegare al sito ufficiale la principale fonte d'ispirazione del proprio lavoro. “Sono partito dallo stadio, il ‘nido delle Aquile’, un ellisse che tiene assieme le parti del disegno raccogliendo la città attorno alla sua squadra. Nel disegnare i giocatori ho percorso con la memoria le immagini delle glorie del Palermo, giocatori che hanno segnato la storia e l'immaginario collettivo della squadra di ieri e di oggi. Tra i due giocatori e il pallone svetta un Aquila, alta e fiera. Uno spirito guida che veglia sullo stadio e sulla città”. È stato un grande onore per me disegnare il francobollo per il Palermo, squadra a cui sono legato da tutta la vita e che ha segnato la storia della mia famiglia regalandole gioie, dolori, successi e grandi emozioni”.

Nel 1900 veniva inaugurata la prima metropolitana a Parigi, veniva ucciso il Re d’Italia, Umberto I e venivano anche scoperti i primi gruppi sanguigni. Esattamente il primo novembre di 120 anni fa nasceva anche il Palermo. Più precisamente quando sotto la presidenza di mister Edward De Garston, vice console d'Inghilterra a Palermo venne fondato l'Anglo-Palermitan Athletic and Foot-Ball Club, con il fine di promuovere il football, il cricket, il lawn tennis e tanti altri sport. Esattamente in quell’attimo il Palermo gettava inconsapevolmente le basi per cambiare più volte denominazione sociale, per passare dal rosso e dal blu al rosanero i colori sociali per toccare le stelle con un dito per poi tornare nel purgatorio, ma anche per vedere sbocciare sotto l'ombra di Monte Pellegrino tanti talenti del panorama calcistico mondiale come Cavani, Dybala e Pastore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento