menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dybala e Zamparini

Dybala e Zamparini

Football Leaks, bufera sul calcio: tirati in ballo Zamparini e il Palermo

Si tratta della più grande fuga di notizie della storia dello sport pubblicata da un consorzio di dodici giornali europei

C'è anche il Palermo tra le squadre che sarebbero tirate in ballo da Football Leaks, la più grande fuga di notizie della storia dello sport pubblicata da un consorzio di dodici giornali europei, tra i quali quelli del gruppo Espresso in Italia. L'enorme archivio, scrive Repubblica, contiene documenti inediti che riguardano anche squadre italiane, tra cui Juventus, Napoli, Roma, Inter e appunto Palermo. Il lavoro è stato condotto insieme agli altri giornali del network EIC, European Investigative Collaborations. Il gigantesco archivio è stato offerto da una fonte anonima al magazine tedesco Der Spiegel che lo ha condiviso con le altre testate. L'indagine, durata 7 mesi, rivela la faccia nascosta del pianeta calcio: giocatori trattati come titoli finanziari e decine di milioni nascosti nei paradisi fiscali. Tra i nomi anche quello di Gonzalo Higuain e Gustavo Mascardi, agente argentino che portò nel 2012 Paulo Dybala a Palermo.

Perchè Higuain? Tutto parte da un documento del settembre 2014. È una fattura: la Convergence Capital Partners, società di Amsterdam, paga 190 mila euro alla Paros Consulting ltd, registrata alle British Virgin Islands, paradiso fiscale nei Caraibi, che incassa il denaro tramite un conto bancario di Vaduz, nel principato del Liechtenstein. Ecco qualche passaggio tratto da “L’Espresso”: “L’altra realtà di Gonzalo Higuain. Un mondo parallelo, popolato di sigle anonime, contratti e conti bancari. Scorre denaro a fiumi, tra holding olandesi e società caraibiche. Si parte da una fattura del 2014: la Convergence Capital Partners, società di Amsterdam, paga 190 mila euro alla Paros Consulting ltd, registrata alle British Virgin Islands, paradiso fiscale nei Caraibi. Sono soldi che volano offshore, lontano dagli occhi del Fisco. Motivazione: ‘Servizi prestati in riferimento al Real Madrid e al giocatore G. Higuain‘. Chi c’è dietro Paros? Paros, così come l’olandese Convergence Capital Partners, fa parte di una scuderia di società che ricorrono decine di volte negli affari di un gruppo di intermediari di nazionalità argentina. Il più noto tra loro è Marcelo Simonian. Nel 2010 Simonian, gestì il trasferimento dell’attaccante Javier Pastore dall’Huracan di Buenos Aires al Palermo del patron Maurizio Zamparini".

"Lo schema - si legge - è sempre lo stesso: le somme versate dalle squadre, formalmente come compenso per gli agenti-intermediari nella compravendita di calciatori, finiscono da principio a una società olandese per poi prendere il volo verso una destinazione offshore, quasi sempre ai Caraibi". I nomi del Palermo e del presidente Zamparini vengono tirati in ballo nuovamente – in questa prima puntata – quando è ora di raccontare delle vicende relative a Gustavo Mascardi. "Mascardi, agente argentino cui fa capo la Pencil Hill, ha portato nel 2012 Paulo Dybala al Palermo di Zamparini e Juan Manuel Iturbe in Italia. Ufficialmente la società londinese (Pencil) è del commercialista britannico Ayomide Otubanjo. Lo stesso che, secondo le autorità spagnole, gestiva una delle finanziarie usate da Leo Messi per evadere le tasse. Mascardi non è uscito di scena dopo che Iturbe è stato venduto alla Roma. Anzi. Il contratto di trasferimento dal Verona alla Roma prevede che la Lastcard, una società neozelandese rappresentata dallo stesso Mascardi, riceva su un conto corrente svizzero un milione di euro più Iva. La Roma ha inoltre garantito che se venderà Iturbe a un altro club, dovrà versare il 20 per cento del guadagno alla Lastcard. E l’agente, anche in quel caso, dovrà essere Mascardi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento