Lunedì, 25 Ottobre 2021
Sport

Il Palermo si scioglie sotto la pioggia: il Foggia non perdona e lo buca due volte

Brutta prova dei ragazzi di Boscaglia al Pino Zaccheria. I padroni di casa liquidano la pratica nel primo tempo. Saraniti e compagni raramente pericolosi, sconfitta giusta

Il Palermo si scioglie sotto la pioggia battente del Pino Zaccheria. Il Foggia, dopo aver avuto la meglio sul Bari, batte in casa anche il Palermo, grazie alle reti nel primo tempo di D’Andrea e Rocca. Rosanero sconfitti 2-0. Il successo di Castellammare di Stabia a questo punto resta l’unica vittoria esterna di Boscaglia in questa prima parte di campionato. Morbidi, imprecisi e per certi versi anche disattenti. E’ un brutto Palermo quello andato in scena allo Zaccheria, una di quelle giornate no che Saraniti (salterà il match per squalifica) e compagni dovranno lasciarsi alle spalle il prima possibile per pensare soltanto al prossimo impegno con la Casertana, il primo di questo trittico di partite che vedrà il Palermo terminare il 2020 contro la corazzata Bari. 

“I parenti li dona dio, gli amici li scelgo io”. Se fuori dal campo si consolida l’amicizia fra queste due storiche tifoserie con lo striscione posto sotto la Curva Nord, sin dal primo minuto Foggia e Palermo hanno iniziato a punzecchiarsi. Gioco spezzettato a causa dei tanti contrasti e qualche timida iniziativa a tinte rossonere. Un primo tempo che sorride solo al Foggia, autore di due reti. Il Palermo subisce soltanto, senza nemmeno provarci. Se non con Floriano (il suo destro si è stampato sul palo interno difeso da Fumagalli). E' questo l’unico squillo a tinte rosa del primo tempo. Il Foggia dal canto suo passa al 17’ quando D’Andrea sfrutta una leggerezza difensiva di Somma e Crivello e a tu per tu con Pelagotti non sbaglia. Poi al 36’, con un tiro debole di Rocca dalla distanza. Da rivedere il posizionamento del numero uno dei rosa al momento della conclusione del centrocampista foggiano. Disastro Palermo, il 4-2-3-1 di Boscaglia non è quello visto nelle ultime apparizioni. Pesa l’assenza di Almici, ma anche quella di Rauti, relegato in panchina per Luperini. 

Lucca subentra a Floriano, poi tocca a Rauti, Valenti e Palazzi. E seppure a tratti, il Palermo sembra comunque giovarne. Le intenzioni dei rosanero però si scontrano contro un muro di maglie rossonere, i giocatori di Marchionni infatti abbassano i ritmi per preservare il doppio vantaggio acquisito nel primo tempo. L’occasione più ghiotta della partita per il Palermo arriva soltanto in pieno recupero con Valente. Troppo poco. Seconda sconfitta nelle ultime quattro partite per i rosanero. 

Il tabellino

Marcatori: D’Andrea 17’ ; Rocca 36’; Kalombo 80’; 

FOGGIA: Fumagalli; Anelli, Gavazzi (82’Germinio), Del Prete; Kalombo, Vitale (69’ Garofalo), Salvi, Rocca, Di Jenno; D'Andrea, Curcio (Dell'Agnello). All. Marchionni
PALERMO:  Pelagotti; Accardi, Somma (82’ Martin), Marconi, Crivello (C.); Broh (53’ Palazzi), Odjer (64’Raut); Kanoute (64’ Valente), Luperini, Floriano (53’ Lucca) ; Saraniti. All. Boscaglia.
ARBITRO: Luca Angelucci (Foligno). 
Note – ammoniti: Saraniti 49’; Lucca 63’;  Dell’Agnello 88’; Salvi 90+

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Palermo si scioglie sotto la pioggia: il Foggia non perdona e lo buca due volte

PalermoToday è in caricamento