Mercoledì, 16 Giugno 2021
Sport

Il cielo è nero sopra Firenze: Toni-gol, il Palermo perde e saluta la A

I rosanero salutano la massima categoria con una prova onesta, e non sfruttano il pareggio di Genoa e Torino. Decide un gol del grande ex, finisce in una giornata piovosa un'avventura durata nove anni. E adesso è tempo di processi

Luca Toni esulta dopo il go @TMnews-infophoto

La Serie A finisce in una domenica di maggio, a Firenze. Piovosa, quasi autunnale. Il Palermo beve il veleno della B a ora di pranzo. È il capolinea di un’avventura esaltante, lunga, intensa. Sembrava infinita, è durata quasi dieci anni. Il cielo piange pioggia, sono le lacrime dell’arrivederci. Il Palermo è stato sfortunato, ma alla fine questa retrocessione un po’ se l’è andata a cercare. Decide Luca Toni, l'uomo del destino, 36 anni, al canto del cigno.

FIORENTINA-PALERMO 1-0: LE PAGELLE

E dire che Sannino le ha provate tutte. Anche oggi, con coraggio, bocciando a sorpresa Aronica, che paga lo scriteriato fallo di mani con l’Udinese. Miccoli si accomoda in panchina, in attacco, insieme dall’inizio, ecco la coppia Dybala-Hernandez. Ma il protagonista da subito è Sorrentino, che si distende un paio di volte su Toni e Jovetic. I primi squilli del Palermo sono di Kurtic (Viviano attento) e Munoz (doppia testata sul corner). Ritmi balneari, difese allegre, la conseguenza è che piovono occasioni a grappoli. Perfino Toni, col tacco, sfiora un gol alla Mancini. Cuadrado è una furia sulla destra, i mediani viola danno spettacolo, Sorrentino oggi è in versione saracinesca. Dai e dai, il Palermo però si arrende a -5 dalla fine del primo tempo. Borja Valero, geniale, elude Von Bergen e Faurlin e manda sul fondo che Cuadrado: Toni anticipa Munoz e firma l’1-0. Prima rete dell’ex per Luca-gol. Il Palermo in attacco è praticamente nullo. Dybala si sbatte, ma non trova fortuna. Hernandez è quasi trasparente e finisce il primo tempo senza mai aver visto palla.

La ripresa si gioca sotto la pioggia. Sulla testa del Palermo sembra viaggiare la classica nuvola di Fantozzi, presagio della retrocessione. Si giochicchia, a Genova non succede nulla di significativo, così dopo che la Viola sfiora un paio di volte il 2-0, Sannino si gioca la carta della disperazione. Dentro Miccoli per tentare il miracolo. Ma non succede nulla. Finisce 1-0 per la Fiorentina. Il Palermo perde e saluta la A. Le ultime spallate le hanno date Guidolin e Toni, gli uomini della promozione e della storica volata Champions. 

TABELLINO

FIORENTINA-PALERMO 1-0

MARCATORI: Toni 41' pt
FIORENTINA (3-5-2): Viviano; Roncaglia, Rodríguez, Savic; Cuadrado, Mati Fernandez, Pizarro, Borja Valero (38’ st Romulo) , Pasqual; Jovetic, Toni (27’st Migliaccio). A disp.: Neto, Lupatelli, Hegazi, Compper, El Hamdaoui, Aquilani, Llama, Wolski, Tomovic, Rossi. All.: Montella.
PALERMO (3-5-2): Sorrentino; Munoz, Donati, Von Bergen; Morganella, Rios (13’ st Viola), Faurlín (33’ st Sanseverino), Kurtic, Garcia; Dybala, Hernandez (18’ st Miccoli). A disp.: Benussi, Brichetto, Mantovani, Aronica, Dossena, Anselmo, Sperduti, Nelson, Formica. All.: Sannino.
AMMONITI: Savic, Faurlin, Kurtic, Garcia, Viola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cielo è nero sopra Firenze: Toni-gol, il Palermo perde e saluta la A

PalermoToday è in caricamento