menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ballardini, l'uomo salvezza del Palermo

Ballardini, l'uomo salvezza del Palermo

Fiorentina-Palermo 0-0, un punto che profuma di salvezza: cronaca, commenti e pagelle

Con il pareggio di Firenze (e il capitombolo del Carpi in casa con la Lazio) i rosanero vedono il traguardo salvezza. Poche emozioni al Franchi: adesso basterà vincere con il Verona

Uno 0-0 d'oro con un alleato che non t'aspetti. E' la Lazio a dare un valore smisurato al pareggio del Palermo contro la Fiorentina. I biancocelesti passeggiano a Modena e condannano il Carpi. A questo punto ai rosa basterà battere il Verona al Barbera per festeggiare un'incredibile salvezza. Sei allenatori dopo, Sorrentino e compagni, vedono dunque il traguardo. Roba inimmaginabile fino a due settimane fa, quando il pareggio interno con l'Atalanta sembrava aver dato l'ultima spallata verso la retrocessione. E invece il Palermo è vivo più che mai, vede il tunnel e prepara lo champagne salvezza.

Dopo le due vittorie consecutive, Ballardini - l'uomo copertina di una folle stagione - inchioda la Fiorentina a domicilio. Lo 0-0 matura al termine di una partita che ha poco da dire e che vive dei sussulti che arrivano via radio, soprattutto nel primo tempo. Mbakogu sbaglia due volte dal dischetto e fa capire che la stagione del Palermo è svoltata veramente. Al Franchi succede pochissimo. C'è un palo, a inizio secondo tempo, a far vibrare i tifosi rosa. Poi Sorrentino congela il pareggio con un paio di uscite scaccia-pensieri, e una bella risposta su una testata di Astori, sugli sviluppi di corner. Taccuino abbastanza pulito: chi si aspettava fuoco e fiamme, è rimasto deluso. Ma al Palermo poco importa. 

Ballardini se l'è giocata mantenendo l'ossatura di una settimana fa. E cioè con Maresca al centro del campo, Rispoli e Morganella sulle fasce, e tridente con Gilardino prima punta e Vazquez e Trajkovski a fare funzionare i collegamenti tra i reparti. L'unica novità è in difesa, con Gonzalez riproposto in mezzo dopo lo stop per squalifica (a fargli posto Vitiello, con la conferma di Cionek). La Fiorentina ha voglia di salutarsi bene con il pubblico, ma sbatte su un Palermo organizzato. Diciamo la verità: i viola non sono più quelli di qualche mese fa. Kalinic non la prende mai, nonostante i mille movimenti. Zarate svaria a tutto campo, ma poi evapora quando deve fare male. Ilicic, Borja e Bernardeschi sono belli da vedere, eppure non trovano mai il varco giusto. Ma in fondo, per i toscani, la cosa più importante era non rovinare il Pasqual day.

Nella ripresa il copione non cambia. Gara bloccata, con il Palermo che resta in trincea, chiude tutti gli spazi, bloccando le linee di passaggio. Ballardini fa entrare Quaison, Jajalo e Chochev. Gilardino vive un pomeriggio di fatica, isolato, fa a sportellate con gli avversari ed è il primo difensore del Palermo. La Fiorentina prova ad accelerare, però produce poco. Ritmo basso, nervosismo, ammonizioni, agonismo. Palo di Kalinic a parte, l'unico a provarci veramente è Bernardeschi. Su un suo tiro-cross si avventa Marcos Alonso, che sfiora il pallone e grazia Sorrentino. E' uno degli ultimi brividi: il Palermo, arroccato dietro e solido come non mai, tiene fino alla fine. E senza strafare raccoglie un pareggio che potrebbe salvare una stagione.

TABELLINO
FIORENTINA 0. Tatarusanu 6; Rodriguez 6, Astori 6, Roncaglia 6, Pasqual 6 (61' Marcos Alonso 6); Badelj 5,5 (87' Vecino s.v.), Borja Valero 6; Bernardeschi 5,5, Ilicic 5,5 (56' Mati Fernandez 6), Zarate 6; Kalinic 5,5. All: Paulo Sousa 5,5.

PALERMO 0. Sorrentino 6,5; Cionek 6,5, Gonzalez 6,5, Andelkovic 6; Rispoli 6, Hiljemark 6 (74' Jajalo 6), Maresca 6,5, Morganella 6; Vazquez 6,5 (89' Chochev s.v.), Trajkovski 6 (62' Quaison 6); Gilardino 6. All: Ballardini 6,5. 
Arbitro: Orsato 6.
Ammoniti: Gonzalez, Morganella, Trajkovski, Cionek, Borja Valero, Zarate, Pasqual
 

LE PAGELLE 
I MIGLIORI TODAY
SORRENTINO 6,5. Sempre in piedi. Quando il Palermo rischia di finire per terra, lui lo tiene per mano. Decisivo il riflesso con cui chiude la porta ad Astori sugli sviluppi di un calcio d'angolo velenoso.
VAZQUEZ 6,5. Corre tanto, tiene impegnata la difesa viola, punto di riferimento.
MARESCA 6,5. Uomo salvezza. Con lui in campo il Palermo respira, ragiona, fa punti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento