Mercoledì, 28 Luglio 2021
Sport

Il Palermo rischia 8 punti di penalizzazione per il caso fideiussione, Zamparini: "Tutto a posto"

La Federazione ha dato tempo al club rosanero fino al 28 settembre per consentire di depositare la garanzia fideiussoria necessaria per l'iscrizione in campionato di 800 mila euro. Il patron a PalermoToday: "In fallo non siamo noi, ma loro. Prima l’accettano e poi dicono che non va più bene"

Il patron rosanero Maurizio Zamparini

Il Palermo rischia otto punti di penalizzazione (e 800 mila euro di multa) per "colpa" della fideiussione sottoscritta con la società Finworld Spa. "Un soggetto - scrive la Federcalcio - non legittimato ai sensi della normativa statale vigente" e quindi non più utile "nell'ambito del sistema di garanzie previsto dalla Federazione" per rilasciare garanzie fideiussorie per l'iscrizione ai campionato. In poche parole la Figc ha "ricordato" al club rosanero di dover presentare (nuovamente) le dovute garanzie necessarie per l’iscrizione del campionato entro fine settembre.

Contattato da PalermoToday Zamparini non ci sta e risponde: "In fallo non siamo noi, ma loro. Prima l’accettano e poi dicono che non va più bene". E' di questo pomeriggio il comunicato sul caso fideiussioni che vedrebbe coinvolto anche il club rosanero (oltre al Lecce nel campionato di B). La Figc ha dato tempo fino al 28 settembre per sostituire le fideiussioni con Finworld, in caso contrario sarà multa e penalizzazione.

"Constatato che - si legge nella delibera a firma del Commissario straordinario Roberto Fabbricini - nell’ambito delle procedure di ammissione ai campionati professionisti di Serie B e di Serie C valevoli per la stagione sportiva 2018/2019, la società U.s. Città di Palermo ha adempiuto all’obbligo di deposito della fideiussione, rispettivamente di euro 800 milla e di euro 350 mila, avvalendosi di garanzie rilasciate dalla società Finworld e preso atto che, successivamente al rilascio e al deposito presso le Leghe delle suddette fideiussioni, la VI Sezione del Consiglio di Stato ha revocato, in accoglimento dell’istanza avanzata in tal senso dalla Banca d’Italia, le misure cautelari precedentemente assentite le società che si sono avvalse delle garanzie prestate dalla Finworld spa, si rende necessaria l’assegnazione di un termine per ottenere e produrre una garanzia sostitutiva".

Garanzia sostitutiva che il Palermo dovrà presentare entro e non oltre il 28 settembre per non andare incontro ad eventuali penalizzazioni. A fare chiarezza fornendo la propria versione è direttamente il patron Zamparini, raggiunto da PalermoToday. "Non si dovrebbe neanche parlare di penalizzazione. Prima ci avevano fatto sapere di aver accettato ogni presunta garanzia e adesso, senza alcun tipo di logica, ci vengono a dire che non va più bene. Comunque sia - conclude il presidente - hanno dato un termine ultimo per sostituirla e il Palermo è già all’opera per chiudere anche questo discorso. In fallo comunque non siamo noi, ma loro".

E in serata l'avvocato del Palermo Francesco Pantaleone ha "arringato": "Appare incomprensibile e denigratoria la specifica menzione effettuata dalla Federazione relativamente alla posizione del Palermo, poiché il club ha sin da subito ottemperato puntualmente alle rigide prescrizioni federali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Palermo rischia 8 punti di penalizzazione per il caso fideiussione, Zamparini: "Tutto a posto"

PalermoToday è in caricamento