Sport Arenella-Vergine Maria

Il presidente della Rugby Palermo eletto tra i consiglieri in federazione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Si è svolta a Catania l’elezione del nuovo presidente e dei consiglieri della Federazione rugby Sicilia. Con 1898, il 75% voti è il nuovo Presidente Gianni Saraceni, auguatano di nascita ed atleta della Syrako Rugby Club Siracusa. Dopo la rinuncia di Roman Clarke era rimasto l’unico candidato. L’assemblea elettiva era formata da 21 Società delle 22 aventi diritto. Il nuovo Consiglio che supporterà il neo Presidente è composto da Agatino Lazzara, Andrea Lo Celso, Antonino Catanzaro e appunto Stefano Massari. Le elezioni si sono svolte nell’aula magna all’interno della cittadella universitaria di Catania, per gentile concessione del CUS Catania.

"Sono orgoglioso per la fiducia che le società del movimento rugbistico siciliano hanno riposto in me, ci metteremo fin da subito al lavoro per dare una programmazione al prossimo quadriennio, mi affido per questo all’unione di intenti di tutti i soggetti come d’altronde è+ già stato negli ultimi quattro anni. Ringrazio per il lavoro svolto chi mi ha preceduto, dal Presidente uscente ai Consiglieri ed insieme al nuovo Consiglio spero di fare altrettanto bene. Prima delle elezioni il Presidente uscente Orazio Arancio ha voluto ricordare Ezio Vittorio, allenatore dell’Amatori catania scomparso recentemente. Il nuovo Consiglio sarà, grazie alla riforma federale quindi composto da 5 elementi, alla sua prima esperienza Lazzara mentre gli altri 3 Lo Celso Catanzaro e il Presidente della Rugby Palermo, Stefano Massari sono stati riconfermati.

Stefano Massari felice della riconferma si dice lieto di poter essere per altri quattro anni portavoce dei piccoli rugbisti "perché- come lui stesso dice - in molti non hanno capito che è dal settore giovanile che dovrà partire la riscossa per fronteggiare sul campo le altre nazionali di rugby. Tornando alla mia elezione vorrei ribadire che 17 società su 24 hanno dato fiducia a 3 Consiglieri uscenti, a dimostrazione dell’ottimo lavoro nel quadriennio passato. Per usare una metafora tanto cara al nostro sport, ci siamo ripromessi di far portare al nuovo Presidente la palla e noi tutti lo spingeremo in meta e per noi tutti non intendo il Consiglio direttivo ma tutte le società siciliane o chi ne vorrà seguire il percorso".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il presidente della Rugby Palermo eletto tra i consiglieri in federazione

PalermoToday è in caricamento