Sport Tommaso Natale

European Soccer Camp 2017: in campo si vedono Bentivegna e Tedesco

Test posturali sull’equilibrio del corpo nello Studio Fisiokinesiterapia di Nigito. Domenico Corcione e Francesco La Cavera si sono alternati in porta per una sfida personalissima con Giacomo Tedesco

Tedesco, La Cavera e Bentivegna

Il sinistro laser di Giacomo Tedesco e il sorriso di Accursio Bentivegna nella seconda giornata dell’European Soccer Camp, lo stage organizzato dalla La Cavera Football Academy di Francesco La Cavera in collaborazione con TalentPLAYERS®, per 70 ragazzi e ragazze a partire dai cinque anni provenienti da Belgio, Lussemburgo, Francia, Portogallo e dalle accademie affiliate di Roma e Napoli. L’ex centrocampista di Palermo, Reggina, Napoli, Catania e Trapani è sceso in campo con lo staff per un’ora di tiri all’incrocio dei pali che hanno messo in seria difficoltà i portieri della La Cavera Football Academy, ma anche Domenico Corcione e Francesco La Cavera che si sono alternati in porta per una sfida personalissima con Giacomo Tedesco: “Mi sono divertito, scendere in campo con i ragazzi della La Cavera Football Academy è diventata ormai una tradizione per me. Avere qui ragazzi di diverse nazionalità – dichiara il proprietario dello Sport Village Tommaso Natale dove si sta svolgendo il Camp – è un motivo di grande vanto per una struttura come la nostra che fa della crescita dei giovani calciatori la sua missione. Ringrazio Francesco La Cavera per aver scelto ancora una volta lo Sport Village. Una sinergia che cercheremo di ampliare sempre di più nel corso degli anni”.

Alla vigilia dell’inizio del ritiro in Austria in vista della prossima stagione in Serie B, i ragazzi del camp hanno ricevuto la visita dell’attaccante del Palermo, Accursio Bentivegna, che ha osservato da bordo campo le doti tecniche di alcuni talenti presenti nell’Academy. Giornata dedicata anche alla cura della salute dei giovani calciatori con i test presso lo Studio Medico Fisiokinesiterapia Nigito insieme alla dottoressa Antonella Galati e al Dottore Antonio Nigito con il responsabile Life Medica per la Sicilia, Emanuele Abbate, grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia sull’equilibrio del corpo per raggiungere una corretta postura.

“Sono tutti test che servono per valutare la deambulazione per comprendere se ci sono dei difetti di carico e appoggio, di rotazione di anca e ginocchio – dichiara la Dottoressa Antonella Galati – ma anche il movimento della spalla. Capiremo quale arto è più forte o quale atteggiamento è più marcato durante la corsa. Da un punto di vista di mobilità e forza di simmetria degli arti e della colonna vertebrale sono dati utili per lo sviluppo del calciatore. Ci sono anche delle indicazioni neurologiche, quindi, vengono fuori se presenti delle problematiche psicomotorie. Su questi dati bisogna assolutamente lavorare nella costruzione di un atleta moderno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

European Soccer Camp 2017: in campo si vedono Bentivegna e Tedesco

PalermoToday è in caricamento