Giovedì, 5 Agosto 2021
Sport

Esonerato Tedino, il Palermo ricomincia da Stellone

Fatale la sconfitta di Brescia: il tecnico romano già venerdì dirigerà la seduta d'allenamento in vista della partita con il Crotone

Roberto Stellone

Ieri sera cercava la sua terza vittoria consecutiva. Oggi invece è già a spasso. Mossa a sorpresa del Palermo che con un laconico comunicato annuncia l'esonero di Bruno Tedino. Fatale la sconfitta di Brescia di ieri sera (1-2). Come un anno fa il successore dell'ex allenatore del Pordenone è Roberto Stellone, atteso in queste ore in città.

"Il Palermo comunica di aver sollevato dall’incarico l’allenatore Bruno Tedino ed il suo staff, a cui va il ringraziamento per il lavoro svolto - si legge in una nota pubblicato sul sito ufficiale del club -. La guida tecnica della prima squadra è affidata a Roberto Stellone, che venerdi dirigerà la seduta d'allenamento". Il prossimo impegno del Palermo è domenica 7 ottobre contro il Crotone al Barbera.

Tedino paga il non gioco del Palermo, l'atteggiamento remissivo che ha contraddistinto la sua squadra in queste prime sei giornate, nelle quali la goleada contro il Perugia aveva illuso un po' tutti. Evidentemente un exploit ritenuto isolato in mezzo a tante prestazioni deludenti. Che si sommano ai malumori emersi già nella scorsa stagione. Il Palermo aveva sbandato ad agosto contro il Vicenza in casa in Coppa Italia, e aveva rischiato di perdere già a Salerno e nella partita interna con la Cremonese (ko evitato da un gol nel recupero di Mazzotta).

Il blitz vincente di Foggia e la scorpacciata col Perugia di Nesta sono stati vanificati dalla notte di Brescia. Un Palermo che ha mostrato limiti atletici, di gioco e anche mentali. Segnali evidentemente troppo preoccupanti per Zamparini che già dopo 6 giornate ha optato per il ribaltone richiamando Stellone. Senza aspettare la trentottesima partita come aveva fatto un anno fa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esonerato Tedino, il Palermo ricomincia da Stellone

PalermoToday è in caricamento