rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Sport

Emozione e sorrisi al Barbera: Embalo incontra migranti africani

L'attaccante guineense, visibilmente emozionato, accolto da applausi e richieste di foto: "Nonostante le mille difficoltà noi africani riusciamo sempre a sorridere". Poi testa all'Atalanta: "Crediamo nella salvezza, per me momento più importante della carriera"

Giornata di grandi emozioni quella vissuta oggi al Renzo Barbera dall’attaccante rosanero Carlos Embalo. Il giocatore guineense, infatti, ha avuto l’opportunità di incontrare più di trenta ragazzi provenienti dall’Africa subsahariana grazie all’associazione Asante Onlus, organizzazione che opera attivamente ormai da due anni su tutto il territorio siciliano occupandosi di accoglienza per minori stranieri non accompagnati.

Embalo incontra migranti

Attività come quella di oggi, permettono ai ragazzi di integrarsi sempre di più nel sociale e nello stesso tempo di conoscere il territorio, offrendo loro la possibilità - in questo caso - di incontrare il proprio beniamino. Tanti applausi, tante foto e anche tantissimi sorrisi. Lo sport, ma soprattutto il calcio, è anche questo. Emozioni da una parte e dall’altra. Embalo infatti, non appena incontrati i ragazzi ha subito confessato di essere "profondamente emozionato. In questo momento sto pensando a tantissimi ricordi che mi vengono in mente. Ad esempio a quando stavo in Africa con la mia famiglia e con i miei amici. Vederli - dice l’attaccante 22enne - mi ha fatto ricordare da dove vengo".

Tanti ragazzi presenti oggi allo stadio, guardando negli occhi il proprio idolo e connazionale, sperano un giorno di poter diventare calciatori. "Bisogna crederci nei sogni - dice Embalo ai ragazzi - perchè niente è impossibile, soprattutto per noi africani che nonostante le mille difficoltà attraversate durante la vita, riusciamo sempre a sorridere". Uno sguardo anche al campo. Dopo l’ottima prestazione offerta contro il Crotone, Embalo pensa già all’Atalanta.

“Sono contento per come sia andata domenica. Il campionato è ancora lungo e noi siamo in piena corsa salvezza. Contro il club bergamasco - dice - dobbiamo vincere ad ogni costo". Con l’arrivo di Lopez, ma soprattutto con la cessione di Quaison, l’attaccante del club rosanero è tornato ad essere quel giocatore in grado di fare la differenza. "Sento che questo è il momento più importante della mia carriera. Il gol non è un'ossessione, l’importante è vincere. Magari - conclude - facendo segnare i miei compagni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emozione e sorrisi al Barbera: Embalo incontra migranti africani

PalermoToday è in caricamento