Due atleti della Rugby Palermo star in Emilia Romagna

Da Palermo a Colorno, titolo regionale, titolari nella selezione regionale dell'Emilia Romagna e partecipazione al campionato nazionale Elite u16

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Simone Castelli (Flanker) e Marco Chiarello (Terza Linea) ecco i nomi dei due ragazzi che dalla Rugby Palermo 2 anni fa si sono trasferiti a Colorno , Comune italiano di poco meno di 9000 abitanti in provincia di Parma, ma con un’ottima tradizione rugbystica. Tanti sacrifici per loro che hanno dovuto rivoluzionare la loro vita e per le rispettive famiglie. Sacrifici ripagati dagli ottimi risultati ottenuti dai due atleti palermitani, che si sono laureati campioni regionali e accederanno adesso al campionato nazionale elite di categoria. Entrambi fanno parte da titolari nella selezione regionale dell’Emilia Romagna. Marco e Simone hanno iniziato a giocare a 9 e 10 anni, studiano, condizione indispensabile per poter continuare a giocare a Rugby, rispettivamente al Classico ed allo Scientifico, sono passati al Colorno nel Settembre del 2018. Nella gara decisiva per il titolo regionale contro il Parma Rugby, finita 74-0,i due ragazzi si sono distinti portando l’ovale in meta per ben 5 volte, 4 Castelli ed una Chiarello dando così, come per l’intera stagione giocata il loro grande contributo alla squadra.

Certo non è facile per dei ragazzi di Palermo emergere in questo sport, nonostante tutta la passione che il Presidente della Rugby Palermo, Stefano Massari mette, i problemi sia logistici che di reclutamento ci sono e sono tanti, si è ancora molto indietro rispetto ad altre realtà anche molto più piccole di Palermo, troppo spesso questo sport viene tacciato di essere “Violento” e molti genitori hanno timore a far accostare i loro figli alla palla ovale, commettendo un errore gravissimo, cìè una frase di John Kirwan che ci sembra perfetta in questa circostanza “La più bella vittoria si sarà ottenuta quando le mamme italiane spingeranno i loro figli a giocare al rugby se vorranno che crescano bene, abbiano dei valori, conoscano il rispetto, la disciplina e la capacità di soffrire. Questo è uno sport che allena alla vita. La Rugby Palermo è una società piccola che annovera tra i suoi atleti dai bambini di 6 anni fino alla prima squadra che milita in C e proprio Domenica scorsa, Battendo in casa , alla Fincantieri, l’Amatori Catania per 12-0 si è portata in testa alla classifica (Rugby Palermo, Via Calcedonio Pa, Fincantieri).

IL TABELLINO (Rugby Colorno 74-0 Rugby Parma): Marcatori: m. Farina tr. Cantoni; m. Cantoni; m. Canni tr. Cantoni; m. Chiarello; m. Pacchiani tr. Cantoni; m. Farina tr. Cantoni; m. Lupu; m. Castelli; m. Castelli tr. Pagliarini; m. Castelli; m. Di Masi tr. Pagliarini; m. Castelli tr. Pagliarini Rugby Colorno: Faranna (45′ Cavallo); Malagoni (40′ Italia); Farina; Manfrini; Cacciatore (40′ Lupu); Cantoni (45′ Pagliarini); Corradi; Chiarello; Castelli; Canni (30′ Spano); Giusti; Orzenini; Limani (45′ Cimino); Pacchiani; Lodi (40′ Di Masi).

Torna su
PalermoToday è in caricamento