Sport

Zamparini chiede pazienza ai tifosi: “Stiamo costruendo un nuovo ciclo”

Il presidente si augura un Barbera esaurito contro l'Inter. Duro sullo sciopero: "Un teatrino italiano". Fronte calciomercato. Il numero due Miccichè afferma che "non c'è alcun rammarico per Sorrentino"

Il presidente Maurizio Zamparini

Chi si aspettava uno Zamparini demotivato dopo le polemiche dei giorni scorsi resterà deluso. Il presidente rosa è sembrato carico più che mai e fermamente convinto dell’operato della società, chiedendo ai tifosi pazienza e soprattutto entusiasmo. “Stiamo costruendo un nuovo ciclo che, se supportato da pazienza e passione da parte dei tifosi potrà regalarci grandi soddisfazioni” ha detto Zamparini attraverso un comunicato diffuso dalla società. “La gente deve recuperare l’entusiasmo, che è alla base di tutto: Palermo si è sempre contraddistinta per il suo amore verso la squadra. Mi auguro già contro l’Inter di rivedere il Barbera pieno e carico d’amore verso la squadra”. Partita, quella contro i nerazzurri in programma l’11 settembre, che sarà il debutto in campionato dopo lo slittamento della prima giornata, a causa del no della Lega di serie A alle proposte dell’assocalciatori: slittamento che lo stesso patron rosanero ha definito “assurdo, un teatrino italiano”.

Sullo sciopero della serie A è tornato il vicepresidente Guglielmo Miccichè, a margine della conferenza di presentazione del nuovo sito della società: “Onestamente speravamo si trovasse un accordo per giocare. Ero uno dei fautori del giocare. Fermare il campionato mi sembra una forma di protesta stupida. La accettiamo come una settimana di break che ci consentirà di assemblare meglio la squadra”. Dal numero due di viale del fante arriva anche qualche commento sul calciomercato: “Su Sorrentino non c’è nessun rammarico. Non è mai stata raggiunta un’intesa e non abbiamo mai pensato che Sorrentino potesse diventare il nostro portiere. Su altri eventuali acquisti non possiamo escludere niente: il mercato chiude 31 agosto, vedremo”.

Ottimista è sembrato anche Balzaretti, rimasto uno dei pochi della vecchia guardia: “Siamo molto carichi e convinti di fare bene. La nostra speranza è quella di continuare a lottare per un posto in Europa ma sappiamo che non sarà facile”. Dal terzino arrivano parole di elogio per il tecnico Pioli: “E’ un allenatore disponibile, giovane e molto preparato. Con lui si è subito instaurato un bel rapporto costruito sul dialogo e tutto questo aiuta molto sia noi che i ragazzi appena arrivati”. Non è un nuovo arrivato invece, Afriyie Acquah, che la società ha fortemente voluto tenere malgrado fossero arrivate numerose richieste di cessione: “Sono davvero felice di come è andata l’ultima stagione, oltre le aspettative. Adesso devo lavorare sodo e non dovrò accontentarmi, il cammino è ancora lungo”
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zamparini chiede pazienza ai tifosi: “Stiamo costruendo un nuovo ciclo”

PalermoToday è in caricamento