rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Sport

Zamparini: "Calendario avverso, mister Sannino non rischia"

Mercoledì doppia seduta d'allenamento al Tenente Onorato. Il presidente poi ironizza: "Sono felice di questo avvio". Ilicic: "Il nostro obiettivo è sempre quello di lottare per le prime posizioni". Derby in notturna

A due giorni dalla disfatta rossonero ad opera degli uomini di Petkovic, il Palermo cerca di recuperare la serenità e l'ottimismo necessari per rimboccarsi le maniche e riprendere a lavorare. Prossimo match contro il Cagliari di Ficcadenti. Prevista per domani una doppia seduta al "Tenente Onorato" di Boccadifalco. Ed è proprio di ottimismo che ha bisogno il Palermo, sfiduciato da una tifoseria delusa. "Due montagne difficili da scalare, Lazio e Napoli, che hanno accentuato le nostre difficoltà - ha detto il ds Giorgio Perinetti nel post partita - È una squadra che sta lavorando per crescere, piena di giovani. Abbiamo fiducia in loro e crediamo possano crescere in maniera esponenziale. Ci aspettiamo dei progressi per affrontare il campionato in maniera più tranquilla". Fra questi giovani c'è Josip Ilicic, al Palermo dal 27 agosto 2010 e protagonista di un esordio spettacolare cui è seguita una stagione deludente. Lo sloveno, però, fa dell'autocritica e rilancia ai microfoni di Sport Tv: "Non sono molto soddisfatto dello scorso campionato, stavamo lottando per non retrocedere. Il nostro obiettivo è sempre quello di lottare per le prime posizioni".

ZAMPARINI HA PARLATO - All'indomani della sfida all'Olimpico, il presidente della società di viale del Fante, riflettendo probabilmente sulle numerose critiche mosse nei suoi confronti da tifosi e stampa, scrive su Twitter: "La U.S Palermo Calcio ha speso sul mercato 26 milioni di euro e ne ha incassati 17. - 9! È tra quelle che hanno investito di più". E mentre la matematica non è di certo un'opinione, dunque difficilmente opinabile, i risultati ottenuti dai rosa non soddisfano proprio nessuno. Questa mattina Zamparini è stato fermato al suo arrivo in Lega dai giornalisti del Corriere dello Sport. "Volete sapere se sono preoccupato per questo inizio? No, sono felice… - poi continua - Sannino rischia? Ma va…il nostro inizio difficile? Basta guardare il calendario" e poi si allontana. I supporters del Barbera sperano in qualcosa di meglio dopo la pausa di domenica prossima quando, stando al passato, Sannino si ritroverà la "spada di Zamparini" sul capo.

ROSA IN NAZIONALE - Nella canonica pausa d'inizio campionato, quest'anno giunta alla seconda giornata, arrivano le nazionali. Sono sette i calciatori del Palermo impegnati con le "seleçao" per gli incontri di qualificazioni valevoli per il torneo di Brasile 2014. Stiamo parlando di Ilicic e Kurtic, impiegati nelle sfide contro Svizzera e Norvegia, Labrin per Cile-Colombia, Ujkani per Albania-Cipro e Svizzera-Albania, il centrale Steve Von Bergen che affronterà i compagni sloveni e il portiere albanese. Gli ultimi due convocati sono gli uruguaiani Hernandez e Arevalo Rios, che saranno schierati contro Colombia ed Ecuador.

L'URUGUAIANO E IL PALLONE D'ORO - Uno degli ultimi arrivati in casa Palermo, Egidio Arevalo Rios, non è riuscito a conquistare il pallone d'oro messicano per il miglior centrocampista difensivo dello scorso campionato, quando faceva parte dell'organico del Club Tijuana. Il riconoscimento è andato al Juan Pablo Rodriguez del Santos Laguna, che ha soffiato il premio al mediano conosciuto anche come "El Cacha" o "El pequeño gigante" incluso per due anni consecutivi nella lista dei candidati.


DERBY SICILIANO - La squadra di Sannino, dopo le partite contro Siena (27/10), Milan 30/10), Roma (04/10) e Sampdoria (11/10), si ritroverà ad ospitare il primo dei due derby siciliani dell'anno. Appuntamento in programma per sabato 24 novembre, ore 20.45. Ebbene si, derby in notturna. Sono passati ormai cinque anni da quel triste dopo-partita del 2 febbraio 2007. Quel giorno perse la vita l'ispettore capo Filippo Raciti a causa degli scontri provocati dagli ultras catanesi. Sarà una sfida difficile per i rosa al Renzo Barbera. Da allora il Palermo ha vinto in casa solo due sfide, per 1-0 (gol di Miccoli) nella stagione 2007/08 e per 3-1 (tripletta del "Flaco") nella stagione 2010/11. A queste vanno aggiunte la brutta sconfitta per 0-4 dell'1 marzo 2009 e due pareggi. Ancor peggiore il bilancio delle partite giocate al Massimino di Catania dalla stagione 2007/08: cinque amare sconfitte, con 13 gol subiti ed uno solo fatto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zamparini: "Calendario avverso, mister Sannino non rischia"

PalermoToday è in caricamento