Cus Palermo: pallamano vince col brivido, nel Calcio a 5 impresa sfiorata col Capaci

La formazione giallorossonera di Pallamano vince all'ultimo secondo una sfida dalle mille emozioni contro Il Giovinetto. Nel Calcio a 5, contro il quotato Capaci dell'ex Nazionale Torcivia, il Cus viene raggiunto sul 3-3 all'ultimo minuto

Grandissime emozioni ed un PalaCus per la Pallamano, Serie A2 - Girone E, nel quale si respira grande passione per la pallamano palermitana. Il Cus Palermo di Walter Pezzer batte 28-27, proprio all'ultimo secondo, Il Giovinetto a culmine di una sfida che rappresenta l'emblema dei motivi per i quali questo Sport meraviglioso non smette mai di sorprendere. Il rigore vincente di Pierpaolo Riccobono arriva al minuto 29'59", ad un secondo dalla fine. Lo splendido pubblico che inizia con sempre maggior seguito ad accompagnare gli universitari fa ribollire letteramente il PalaCus. Il boato al gol sarà di quelli da ricordare.

Eppure sono gli ospiti a partire meglio, andando anche sul +4 nel corso della prima fase del match. Il Cus tenta di ricomporsi e col passare dei minuti gli ingranaggi iniziano a girare con maggiore fluidità. Arrivano gol ed una migliore copertura in fase difensiva, il Cus chiude così avanti il primo tempo. 13-10. Nella ripresa Il Giovinetto reagisce e torna sul pari, per un copione che andrà avanti, in modo incredibilmente emozionante, sino alla fine. Nessuna delle due compagini scappa via: è un costante inseguimento che rappresenta al meglio l'equilibrio totale di questo girone E di serie A2. Alla fine, però, questa cornice di pubblico e questa squadra meravigliosa vengono premiati. Rigore ad un sospiro dalla sirena. Il rigore della vittoria. Se Riccobono segna sono 3 punti. L'esperto piot palermitano non fallisce ed è 28-27. Un boato, la panchina universitaria si riversa in campo, l'urlo del leone Walter Pezzer risuona nel PalaCus, per un successo a dir poco prezioso. Una grande reazione dopo la sconfitta di Alcamo. Solo un grande gruppo poteva riuscirsi.

CALCIO A 5, SERIE C1 SICILIA: Girandola di emozioni in Via Altofonte in occasione della sfida di campionato tra Cus Palermo ed United Capaci. La formazione ospite pareggia all'ultimo secondo con Torcivia, autore di una tripletta, ma la vera notizia non è tanto la qualità ben nota della formazione gialloblu, ma la personalità e la qualità mostrata oggi ancora una volta dal Cus Palermo. Il gruppo di Toti La Bianca ha giocato, dal punto di vista dell'intensità fisica e dello spessore tecnico delle giocate, dai controlli, ai movimenti, alle azioni manovrate, da squadra di assoluto spessore. Il pareggio non è frutto di una giornata nera del Capaci, ma di una sfida tra due formazioni di alto livello. Il Cus parte fortissimo ed al 4' è già avanti 2-0. Prima è Giambona al primissimo minuto a segnare di prima su assist di Fregola (prestazione sontuosa per lui) su schema da fermo. Bolide, traversa e palla che supera la linea. Non influente il tocco di testa di Cassata per ribadire in rete. Il Capaci gestisce il pallino del gioco ed il Cus riparte: lancio per Termini in profondità. Il pivot palermitano, in un primo momento spalle al pallone e fronte alla porta, si gira e la spizzica con una strana girata al volo di esterno, quel tanto che basta a scavalcare il portiere e metterla all'angolino. Sul piano del palleggio Torcivia e compagni mostrano un'oggettiva superiorità ed alzano il ritmo. Misuraca deve farsi trovare pronto in un paio di occasioni, prima del gol di Torcivia al 16', dopo un errore giallorossonero in ripartenza. Durante l'ultimo minuto del primo tempo gli universitari hanno ben due occasioni nitide per andare sul 3-1, prima con Cassata al 29', che scatenato riparte e colpisce il palo. Quindi con Vassallo che se ne va sulla sinistra, prima di calciare. Portiere ospite pronto e palla in angolo.

Al rientro dagli spogliatoi arriva il secondo palo di giornata per il Cus. Termini è assolutamente incontenibile, corre dalla trequarti verso l'out di destra, quando il pallone sembra essere quasi uscito, lo spizzica portandolo avanti e semina il diretto avversario, converge al centro, punta di sinistro: palo.Il pareggio, però, arriva al 5', quando Torcivia si fa trovare pronto sul secondo palo, girandola in rete dopo una respinta corta di Misuraca. Piove, ma il match è incredibilmente vivo. Il Capaci la fa girare e prova atrovare lo spiraglio per il gol, che però arriva dalla parte opposta. L'azione del Cus Palermo è da manuale del calcio a 5, come sottolineato da tutti i presenti, indipendentemente dalla fazione di appartenenza. Termini stoppa il pallone sulla sinistra, rientra verso il centro ed apre con un alto e morbido destro verso Blandi, che al volo senza pensarci la crossa al centro per Cassata. Anche qui, sempre al volo, botta vincente di destro e 3-2. Applausi e bolgia giallorossonera. Torcivia e compagni non ci stanno e tentano il tutto per tutto. Termini si innervosisce per un fallo in area da rigore che scatena le proteste dei suoi, pochi istanti dopo arriva il secondo giallo della sua partita. E' il 27' ed il Capaci, in superiorità numerica, non riesce a trovare il 3-2, col Cus che si salva in almeno tre occasioni. Proprio al 29'40", però, ristabilita la parità numerica, palla scaricata verso il corner sinistro, taglio sul secondo palo per Torcivia, che di prima la mette all'angolino. E' il definitivo 3-3. Un pareggio che brucia per le modalità finali con le quali è arrivato, proprio allo scadere, ma che rappresenta il risultato più giusto ai punti.

Quella di oggi è stata senza alcun dubbio una delle gare più belle che si ricorderanno di questa C1 2015/2016. Chiedere ai presenti per credere. Giocate difficili, ritmo altissimo, palla sempre a terra, margine di errore zero. Tra le fila del Cus Palermo la prestazione del collettivo è stata eccezionale, ma è doveroso citare i "Gemelli del Gol" giallorossoneri. Christian Termini classe 1991 e Salvatore Cassata 1992. Incontenibili. Due tra le grandi sorprese del nuovo corso del Futsal palermitano. Sconosciuti ai molti, colonne fondamentali del Cus Palermo sin dall'inizio del progetto che ha portato il club di Via Altofonte a centrare due promozioni di fila negli ultimi due anni. La Famiglia giallorossonera è anche questo. Oggi non c'è stata una giornata di stato di grazia ed una di crisi: si sono semplicemente affrontate due squadre di alto livello. Una delle due probabilmente molto meno quotata un mese fa ai nastri di partenza. Con questa qualità e questa voglia il Cus Palermo potrà centrare il grande obiettvo stagionale della salvezza. Occhio, però, questi ragazzi sono già stati sottovalutati abbastanza. (Fonte: Alessandro Castellese, addetto stampa Cus Palermo)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Folle serata allo Sperone, litiga con la moglie per i Sofficini e viene arrestato

  • L'arancina più buona a Palermo, gara alla vigilia di Santa Lucia: vince il Bar Matranga

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Maltempo protagonista, prevista "tempesta violenta": diramata allerta meteo gialla

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Torna a casa e lo trova in camera da letto: ladro arrestato mentre si cala dalla grondaia

Torna su
PalermoToday è in caricamento