Martedì, 15 Giugno 2021
Sport

Hernandez e un super Lafferty: Palermo campione d'inverno

I rosa sbancano Crotone con i gol dei due attaccanti. Dopo il 2-0 i calabresi si sono rifatti sotto. Dezi ha riaperto la partita, ma il risultato è rimasto invariato fino alla fine. I ragazzi di Iachini chiudono al comando il girone d'andata

Sudata, sofferta, strappata con le unghie e con i denti. Il Palermo si prende la vittoria a Crotone, chiude a 40 punti il girone d'andata e si laurea campione d'inverno. Tre punti lottati fino all'ultimo secondo di gioco. I rosa hanno visto il traguardo quando ancora erano lontani dal rettilineo. Il 2-0 maturato dopo un'ora di gioco, aveva illuso Barreto e compagni. I rosa, dopo la reazione dei padroni di casa, sono stati però bravi a reggere nell'ultimo spicchio di gara e a portare a casa questo fondamentale 2-1. Mattatori Hernandez e Lafferty, in assoluto il migliore in campo, autore di un eurogol e tanto lavoro sporco sul fronte d'attacco. Palermo campione d'inverno: dopo l'inizio horror, con Gattuso in sella, in pochi l'avrebbero detto. Basterà reggere questo ritmo anche nel girone di ritorno per festeggiare il ritorno in A. Il lato B del campionato riprenderà a gennaio col Palermo in versione "lepre".

E dire che la partita si era messa subito in discesa. Bastano 2 minuti e 45 secondi per sbloccarla. Corner di Barreto, torsione di Andelkovic che indirizza la palla su Hernandez: la Joya sottomisura non può sbagliare e segna l’undicesimo gol stagionale. Uno schema collaudato: un doppio tocco su calcio piazzato per scardinare la porta del Crotone. Sembrerebbe tutto troppo facile. In realtà la partita si infiamma a metà tempo, quasi all’improvviso, perché il Crotone lievita lentamente. Prima Ujkani rischia il pasticcio appisolandosi su un rinvio, poi trova il riscatto respingendo un missile di De Giorgio. Tuoni e fulmini. Il Palermo resta vispo: lancio in area per Lafferty, che controlla di petto e conclude al volo mandando il pallone di poco fuori. Il brivido più grande porta la firma di Pettinari, che corregge (male) una conclusione aerea di Abruzzese su corner. Palla alta da due metri. La sensazione è che il Crotone guadagni campo, soffrendo però per la mancanza di un vero uomo di rigore. Insomma, il Palermo controlla senza rischiare troppo.

Il ritmo si alza. Più veloci le ripartenze del Palermo, più lenta e ragionata la manovra del Crotone. I calabresi trascinano in avanti il baricentro. Il minuto chiave è quello a cavallo del tredicesimo. Cross di Bidaoui per Dezi, Ujkani miracoleggia sul colpo di testa del centrocampista. E sul contropiede seguente Barreto trova Lafferty a 20 metri dalla porta: il nordirlandese si alza la palla e scarica un destro terrificante di rara bellezza, imprendibile per Gomis. Il doppio vantaggio dura poco. Pisano e Andelkovic salgono tardi su una palla vagante di Mazzotta, irrompe Dezi che riapre la partita. Succede tutto in pochi minuti. L’Ezio Scida si trasforma in una bolgia perché il Crotone carica a testa bassa e Drago mette dentro altri due attaccanti. Iachini invece non cambia nulla fino a una manciata di minuti dalla fine. E fa bene, perché col fiatone ma senza rischiare poi tanto, si porta a casa il primato invernale. Primo posto, 40 punti: il Palermo è già a metà dell'opera.


TABELLINO

CROTONE-PALERMO 1-2

Marcatori: Hernandez al 3', Lafferty 58', Dezi 61'

CROTONE: Gomis 6; Suagher 5,5 (60’ Matute 6), Abruzzese 5,5, Ligi 6, Mazzotta 6,5; Cataldi 6, Crisetig 6, Dezi 7; De Giorgio 5,5 (68’ Bernardeschi 6), Pettinari 6 (80’ Ishak sv), Bidaoui 6. A disp: Secco, Prestia, Galardo, Cremonesi, Torromino, Pasqualini. All: Massimo Drago.

PALERMO: Ujkani 6,5; Munoz 6, Terzi 6, Andelkovic 6; Morganella 5,5, Bolzoni 6, Verre 5,5 (77’ Ngoyi), Barreto 6,5, Pisano 5,5; Lafferty 7 (85' Dybala), Hernandez 6. A disp: Fulignati, Di Gennaro, Troianiello, Stevanovic, Lores, Malele, Monteleone, All: Giuseppe Iachini.

ARBITRO: Marco Di Bello (Brindisi).

Ammoniti: Barreto, Cataldi, Bolzoni, Mazzotta, Lafferty, Morganella, Ujkani.


LE PAGELLE

I MIGLIORI TODAY

Lafferty 7: mischie, lavoro sporco. Tempesta e assalto. Il Dylan Dog rosanero si sbatte. Due volte non trova il guizzo giusto. Poi si inventa l’eurogol che (in teoria) chiude la partita.
Ujkani 6,5: allunga i guanti per evitare l’1-1 a inizio ripresa: la sua parata sul colpo di testa di Dezi vale un gol perché sul ribaltamento di fronte il Palermo fa 2-0. Sicuro anche nelle uscite. Un solo svarione, quando cicca un rinvio. Incolpevole sul gol.
Barreto 6,5: dai suoi piedi passano le migliori azioni del Palermo. E’ suo il cross da cui scaturisce l’1-0 rosa. Dà l’assist a Lafferty per il raddoppio. Gioca in trincea, addormenta il gioco quando serve.

I PEGGIORI TODAY
Pisano 5,5:
dormita fatale sul gol di Dezi. Commette l’errore di salire troppo lentamente sulla palla di Mazzotta. Prima e dopo sali e scendi (soprattutto scendi) sulla fascia, senza infamia e senza lode. Chiude stanchissimo.
Morganella 5,5: dalla sua parte arrivano i pericoli ospiti. Va in panne sulle folate di Mazzotta, avrebbe l’occasione di fare male in un paio di contropiede ma si intenerisce.
Verre 5,5: bene nel primo tempo, cala paurosamente nella ripresa, quando cioè sale in cattedra Dezi, il migliore del Crotone, che orbita dalle sue parti. Paga lo scarso rodaggio degli ultimi tempi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hernandez e un super Lafferty: Palermo campione d'inverno

PalermoToday è in caricamento