Sabato, 24 Luglio 2021
Sport

Pallavolo da seduti, a Palermo primo corso di sitting volley: "A terra siamo tutti uguali"

Si tratta di uno sport nel quale disabili e normodotati possono giocare insieme raggiungendo così un coinvolgimento anche emotivo ideale per favorire il processo di cooperazione e integrazione

Nasce a Palermo il primo corso di Sitting Volley, uno sport nel quale disabili e normodotati possono giocare insieme a pallavolo raggiungendo così un coinvolgimento anche emotivo ideale per favorire il processo di cooperazione e integrazione. Uno sport per tutti con regole e principi della pallavolo e gli adattamenti necessari per chi ha disabilità motoria.

Il corso, organizzato dalla Volley Palermo, si terrà ogni sabato a partire dal 6 ottobre, dalle ore 10:30 alle 12:00, sino al 29 giugno 2019 nella struttura dell'Oratorio Santissimi Cosma e Damiano - Verso Gli Ultimi in via Sferracavallo 117/A.

La storia di Linda Troiano

“Quando dieci anni fa a causa di un grave incidente mi è stato impedito per sempre di giocare – racconta il responsabile tecnico della Volley Palermo, Linda Troiano – ho giurato a me stessa che avrei fatto di tutto per tornare in campo. Il sitting volley mi ridarà questa gioia”.

“Volley Insieme”: per terra siamo tutti uguali

Il valore aggiunto del progetto Volley Insieme della FIPAV è la ridefinizione del concetto di “disabilità” e “diversità” in modo costruttivo e positivo. I normodotati, infatti, dovranno mettersi nei panni delle persone con disabilità sedendosi a terra e giocando a “Volley Insieme” raggiungendo così un coinvolgimento anche emotivo di tutte le parti coinvolte ideale per favorire il processo di integrazione.

Sferracavallo e Volley Palermo, #UnitiSempre #VersoGliUltimi

Il corso è stato organizzato in collaborazione con il Comitato Regionale FIPAV del presidente Giorgio Castronovo, il Comitato Territoriale di Palermo del presidente Roberto Mormino, il presidente Cip Palermo, Stefano Saitta, e con il patrocinio del Comune di Palermo. La prima lezione di prova è gratuita. Contributo di partecipazione per 10 lezioni: 50 euro (senza limitazioni di utilizzo sino al 30/06/2019). L’oratorio Santi Cosma e Damiano – Verso gli Ultimi sarà la sede del primo corso a cura del coordinatore regionale per il Settore Sitting Volley,  Andrea Lo Casto, ideatore del progetto insieme al responsabile tecnico della Volley Palermo, Linda Troiano, e al parroco di Sferracavallo, Don Massimo Pernice: “Bisogna dare visibilità a questa disciplina e coraggio a chi ha voglia di praticarla. A tutti coloro i quali hanno giocato un tempo a pallavolo e adesso non possono farlo più. O a chi pensa di non poter fare sport ma ama la pallavolo. Solo così potremo dire di aver fatto un passo verso gli ultimi”.

Andrea Lo Casto spiega, invece, quali sono i progetti futuri per la disciplina a Sferracavallo. “L'obiettivo è quello di diventare la prima società in Sicilia con una squadra regolarmente iscritta ad un campionato e creare nell'Oratorio Santi Cosma e Damiano un centro federale che un giorno possa ospitare anche la Nazionale Italiana per stage e formazione per nuovi tecnici”.

Il Sitting Volley in Italia

Nel 2013 il Sitting Volley entra a far parte delle discipline sportive della FIPAV, riconosciuta come Federazione Sportiva Paralimpica, che su delega del Comitato Italiano Paralimpico del 15 maggio 2013, ha istituito il Settore Sitting Volley, la disciplina sportiva della Pallavolo per disabili, che fa capo alla World Paravolley (WPV) ed alla European Paravolley (EPV).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo da seduti, a Palermo primo corso di sitting volley: "A terra siamo tutti uguali"

PalermoToday è in caricamento